L'informazione della Diocesi di Roma

2 giugno con la musica dei nuovi italiani

Con il concerto “Better Days”, una serata con la Piccola Orchestra di Tor Pignattara per favorire la conoscenza di culture diverse

Con il concerto “Better Days”, una serata con la Piccola Orchestra di Tor Pignattara per favorire la conoscenza di culture diverse

Un 2 giugno passato a conoscere diverse culture e le varie comunità che vivono in Italia. È l’obbiettivo del concerto, nella cornice del Giardino Segreto di Palazzo Venezia (ore 19 ingresso libero), che vedrà impegnata la Piccola Orchestra di Tor Pignattara. L’appuntamento inaugura le manifestazioni nazionali della seconda edizione di MigrArti promossa dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, per favorire la conoscenza delle tante culture e delle diverse comunità che vivono in Italia.

Giunto secondo nella graduatoria nazionale di MigrArti spettacolo 2017, che ha visto la partecipazione di centinaia di associazioni che operano nel settore, il progetto di questa piccola realtà artistica, cresciuta con il cuore in uno dei quartieri più multietnici della capitale, ha dimostrato che attraverso la musica è possibile favorire il dialogo e l’integrazione fra ragazzi. Better Days, la musica dei nuovi italiani, questo il titolo del concerto, sarà una serata in cui brani originali scritti insieme ai giovanissimi musicisti di questa band, e in cui ci immaginiamo riecheggiare melodie e ritmi delle loro tradizioni musicali d’origine, si mischieranno al rap e alla musica dei nostri giorni, alternandosi ad alcune cover.

Diretta artisticamente da Pino Pecorelli, tra i fondatori e musicisti di un’altra realtà multietnica di successo qual è l’Orchestra di Piazza Vittorio, e ideata da Domenico Coduto per l’Associazione Musica e altre cose la Piccola Orchestra di Tor Pignattara è formata da ventidue ragazzi, italiani, migranti di seconda generazione e richiedenti asilo, provenienti da 10 paesi (Filippine, Eritrea, Cina, Egitto, Nigeria, Senegal, Romania, Ghana, Ecuador e, naturalmente, Italia), e capaci di essere nonostante la giovane età un’unica grande orchestra internazionale. Ne sono una riprova i tre dischi e i due videoclip realizzati (l’ultimo dei quali Under, ha avuto oltre 2000 condivisioni sui social, con centinaia di migliaia di visualizzazioni), e la partecipazione alla trasmissione Stasera Casa Mika in cui la pop star ha suonato insieme ai ragazzi dell’orchestra.

31 maggio 2017