L'informazione della Diocesi di Roma

Adozioni internazionali, dalla Regione un fondo da 2.8 milioni

Sarà possibile chiedere dei prestiti a tasso agevolato, da un minimo di 5mila a un massimo di 25mila euro. Ciccarelli (Forum Famiglie): «Scelta che rafforza coesione sociale»

Per le famiglie che hanno intenzione di intraprendere il percorso dell’adozione internazionale ma hanno difficoltà a reperire le risorse necessarie per il lungo e complesso iter amministrativo, la Regione Lazio ha pensato a un bando sul microcredito da 2.8 milioni di euro. Sarà possibile chiedere dei prestiti a tasso agevolato, da un minimo di 5mila a un massimo di 25mila euro. Ad annunciarlo sono stati il presidente della Regione, Nicola Zingaretti e l’assessore alle Politiche sociali, Rita Visini.

Potranno presentare la domanda le famiglie che abbiano difficoltà nell’accedere al credito residenti nel Lazio già munite del “Decreto di idoneità” rilasciato dalle autorità competenti da cui risulti anche l’opzione per l’adozione internazionale. Le spese per cui è prevista la copertura sono quelle che la famiglia dovrà sostenere per la pre-adozione, i costi per il conferimento del mandato, per il viaggio e il soggiorno della famiglia, le spese amministrative e le consulenze.

«Bene la scelta della Regione
– per Emma Ciccarelli, presidente del Forum delle Associazioni del Lazio -. Il progetto di adozione deve diventare accessibile a tutte le coppie che desiderano intraprendere questo percorso di dare una famiglia ai bambini che non l’hanno, anche a quelle che non sono benestanti. L’attenzione alle necessità della famiglia è un investimento sociale molto importante, restituisce alla collettività benessere, coesione sociale e rafforza la fiducia nelle istituzioni».

 

12 gennaio 2018