L'informazione della Diocesi di Roma

«Angry birds», la saggezza dei volatili

Film dalla comicità moderna e spontanea da vedere con tutta la famiglia per un divertimento imprevedibile e intelligente

Film dalla comicità moderna e spontanea da vedere con tutta la famiglia per un divertimento imprevedibile e intelligente

L’animazione segue ormai strade di grande libertà e percorsi imprevedibili. Ci abitua a frequentare luoghi dove tutto è possibile e ogni situazione è raggiungibile. È così da tempi lontani, almeno da quando la fantasia di Disney ha fatto parlare, magia delle magie, anche gli animali. Nessuna meraviglia dunque che protagonisti di sfrenata vivacità e intrattabile carattere siano al centro di Angry birds. Il film è un cartone animato uscito nelle sale nei giorni scorsi e subito schizzato in testa al box office degli incassi.

Con merito, bisogna aggiungere, perché si tratta di un prodotto di grande libertà narrativa, dinamico ed elettrico, che unisce irrealtà e magia del sogno, non disgiunte da solidi riferimenti alla realtà. La storia comincia su un’isola da paradiso tropicale. Qui i volatili, quasi tutti felici, fanno i conti con la loro incapacità di volare. Vi si adattano a fatica ma con rassegnazione, e seguiamo uno di loro, il pennuto Red, impegnato nell’impresa di recapitare una torta per il compleanno del figlio di una famigliola di pennuti in una zona non proprio vicina.

Arrivato all’ora prevista, Red si sente aggredito da una serie di accuse e rimproveri al termine dei quali non può fare a meno di esplodere in una reazione spropositata e inconsulta. Ma il suo carattere è proprio questo: facile a perdere il controllo, Red è capace di restituire messaggi altrettanto violenti e spropositati. Mandato in giudizio, viene condannato a seguire un corso specifico per chi ha problemi di controllo della rabbia. Lì trova due suoi simili, il velocissimo Chuck e l’esplosivo Bomb, con i quali avrà modo di condividere numerose peripezie e dipanare avventure complicate e di non facile soluzione. A cominciare dal momento in cui, provenienti non si sa da dove, sbarcano sull’isola i terribili maialini verdi.

Sembrano esseri innocui, i pennuti li accolgono con affetto e amicizia, si avviano dei festeggiamenti comuni, ma…ma non è proprio così. I maialini hanno un obbiettivo più bieco e infido, rappresentano un’autentica minaccia e per sventarla ci vorrà tutta la pazienza  di Red e dei suoi amici, e tanta fiducia nel buon senso e nella reciproca disponibilità. Angry birds è una curiosa e ibrida coproduzione tra Finlandia e Stati Uniti.

Ciò che c’è di finnico è ispirato all’omonimo videogame della Rovio Entertainment, di americano la decisione di spingere la realizzazione sul ritmo di una velocità frenetica senza tuttavia perdere il controllo di tempi narrativi. Red è personaggio che resta nella mente dei piccoli spettatori perché da vittima designata ottiene il riscatto, il rispetto e fa prevalere un gesto di amicizia sia pure mischiato a dinieghi e rifiuti che spiazzano e lasciano senza parole. Film dalla comicità moderna e spontanea, da vedere con tutta la famiglia per un divertimento imprevedibile e intelligente.

 

28 giugno 2016