L'informazione della Diocesi di Roma

Atac, ammessa procedura concordato

Già nominati i tre commissari che sovrintenderanno alla procedura. Intanto il prefetto Paola Basilone ha ridotto a 4 ore lo sciopero in programma per venerdì 29 settembre: stop soltanto nella fascia 8.30-12.30

L’annuncio lo ha dato questa mattina il sindaco di Roma Capitale Virginia Raggi: Atac è stata ammessa al concordato preventivo in continuità. La decisione è del tribunale di Roma, che ha già provveduto a nominare i tre commissari che sovrintenderanno alla procedura: Raffaele Lener, professore di diritto dell’economia a Tor Vergata, Giuseppe Sancetta, ordinario di Economia e gestione delle imprese alla Sapienza, e Luca Gratteri, esperto di diritto commerciale, bancario e fallimentare. «Si tratta del via libera a un programma che punta a migliorare le linee, gli autobus, la metropolitana; ridurre i tempi d’attesa; dare ai cittadini i servizi che chiedono; tutelare i dipendenti», ha spiegato la prima cittadina. Una strada che era stata imboccata prima con il pronunciamento favorevole dell’assemblea capitolina e poi con una delibera di giunta.

Ora Roma Capitale ha due mesi di tempo per far arrivare al tribunale tutta la documentazione necessaria ad attivare la procedura. In particolare, il piano industriale, che deve contenere la descrizione della riorganizzazione dell’azienda per generare la provvista necessaria a pagare i creditori. Dopo l’analisi dei tre commissari, col Campidoglio obbligato a presentare mensilmente una relazione sui conti di Atac, il tribunale avrà altri 60 giorni per convocare i creditori e chiedergli di esprimere un voto sulla procedura: se il 51% dei creditori sarà d’accordo, allora il concordato sarà effettivo. Intanto, da Atac fanno sapere che «con l’accoglimento della domanda, la società può riprendere la piena operatività aziendale, nel rispetto dei criteri di amministrazione ordinaria e straordinaria definiti dalla procedura».

Sempre oggi il prefetto Paola Basilone ha annunciato di aver disposto la riduzione a quattro ore dello sciopero del personale di Atac Spa e di Roma Tpl in programma per venerdì 29 settembre. Un provvedimento, hanno spiegato dalla prefettura, che «si è reso necessario considerando che una contemporanea astensione dal lavoro del personale di entrambe le aziende della durata di 24 ore, coinvolgendo la quasi totalità del sistema di trasporto della Capitale, potrebbe causare agli utenti rilevanti difficoltà». Ridotti entrambi gli scioperi, lo stop sarà esclusivamente tra le 8.30 e le 12.30, «nel rispetto del principio di proporzionalità, l’esercizio dell’astensione collettiva dal lavoro secondo modalità che salvaguardino anche la mobilità dei cittadini».

27 settembre 2017