L'informazione della Diocesi di Roma

“Belle donne”, teatro e musica per tre sante

Da mercoledì 5 luglio tre serate dedicate a Ildegarda di Bingen, Giovanna d’Arco e Edith Stein nella suggestiva cornice dell’Oratorio del Borromini

Da mercoledì 5 luglio tre serate dedicate a Ildegarda di Bingen, Giovanna d’Arco e Edith Stein nella suggestiva cornice dell’Oratorio del Borromini

Tre serate, fra teatro e musica, dedicate ad altrettante sante e alla loro storia. È l’iniziativa promossa dalla congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri, in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Oratorium, a partire da mercoledì 5 luglio. Per tre serate consecutive, fino a venerdì, nella suggestiva cornice dell’Oratorio del Borromini, sono in programma altrettante performance teatrali e musicali, accompagnate dalle installazioni video di Embrio.net, riunite sotto il titolo “Belle donne. La santità al femminile in musica e parole”.

«Le tre opere – spiegano gli organizzatori – hanno l’ambizione di descrivere tre figure femminili elevate agli onori degli altari: Ildegarda di Bingen, Giovanna d’Arco ed Edith Stein, che verranno raccontate dalle loro stesse parole». Donne belle perché libere di essere conformi alla volontà di Dio e «capaci di affrontare con coraggio la battaglia fisica e spirituale», sottolinea Francesca Golia che sul palco sarà Giovanna D’Arco. Donne fiere ed emancipate, come Ildegarda di Bingen, che l’attrice Martina Pillepich non conosceva prima e che descrive come un sole «fermo al centro dell’universo a diffondere conoscenza, saggezza e bellezza», e ostinate, secondo l’aggettivo con cui Caterina Silva sintetizza la figura di Edith Stein e la sua vita «che attrae e seduce, perché pienamente spesa». Unico antagonista e interlocutore maschile sarà Matteo Pelle, che sul palco porta «l’insieme di voci e forze che cercano di impedire il cammino di queste donne verso Cristo».

Con questi tre spettacoli, la congregazione dell’Oratorio «vuole rendere omaggio a tre donne eccezionali. La santità, la testimonianza di vita e la profondità intellettuale di queste donne, così diverse e lontane nel tempo, costituiscono il filo conduttore di queste serate in cui il teatro, la musica e la videoarte, si fonderanno per creare tre esperienze totali». Le interpretazioni saranno accompagnate dalle musiche di Ildegarda, Franco Battiato, Jury Camisasca, Arvo Part e Csi. I brani musicali, arrangiati per l’occasione, saranno eseguiti da padre Rocco Camillò all’oboe, Valerio Losito al violino e Arianna Vendittelli alla voce. Ogni serata avrà inizio alle 21.15, con ingresso dalle ore 20.30 fino ad esaurimento posti. Ingresso da piazza della Chiesa Nuova 18.

3 luglio 2017