“Europeana 280”, viaggio virtuale nell’arte europea

L’iniziativa della Commisisone Ue: mettere in rete le risorse digitali di musei, biblioteche, archivi e collezioni audiovisive appartenenti all’Unione

L’iniziativa della Commisisone Ue: mettere in rete le risorse digitali di musei, biblioteche, archivi e collezioni audiovisive appartenenti all’Unione

“Femmes de Tahiti” di Paul Gauguin, “Las Meninas” di Diego Velázquez o “Sălciile de la Chiajnaby” di Ştefan Luchian. A breve sarà possibile vedere queste e molte altre opere grazie a “Europeana 280”, il portale europeo che permette di esplorare le risorse digitali di musei, biblioteche, archivi e collezioni audiovisive appartenenti all’Europa.

Ai 28 Stati membri dell’Ue è stato chiesto di partecipare all’iniziativa segnalando 10 opere d’arte realizzate nel loro Paese e che hanno contribuito a un grande movimento d’arte europea. Tutte queste opere sono state poi condivise nella nuova collezione online che può anche essere scoperta attraverso una serie di eventi pubblici come #BigArtRide. Quest’ultima, rappresenta un viaggio virtuale nell’arte, da Bruxelles all’Aia per proseguire per Amsterdam, Parigi, Roma, Londra, Berlino, Praga, Wroclaw e Bratislava.

«#BigArtRide si presenta come un’esperienza unica – commenta Andrus Ansip, vicepresidente della Commissione Ue, responsabile per il Mercato unico digitale -, permettendo alle persone di scoprire o riscoprire, le migliori e le più suggestive opere d’arte in Europa e, inoltre, mostra come la tecnologia digitale può offrire reali possibilità per promuovere la cultura europea».

22 aprile 2016