mercoledì 26 aprile 2017
Giordania: il Patriarcato latino di Gerusalemme a sostegno dei rifugiati iracheni
Print Friendly

Giordania: il Patriarcato latino di Gerusalemme a sostegno dei rifugiati iracheni

Condividi

Buoni pasto per fare fronte alle esigenze di base o assortimento di prodotti pre selezionati. Sono gli strumenti concreti offerti grazie al programma “Dio è misericordioso” messo a punto dal Patriarcato latino di Gerusalemme per le famiglie di rifugiati cristiani arrivati in Giordania dall’Iraq nel 2014. Grazie al sostegno della Luogotenenza e della Fondazione tedesca, ogni famiglia riceve un coupon di 50 dinari giordani, piuttosto che una scatola di prodotti alimentari pre-selezionati, e può andare ad acquistare i prodotti in base alla scelta personale. Il Patriarcato ha stilato un accordo con un negozio locale che accetta il pagamento con questi tagliandi.

136mila, a oggi, le famiglie che benediciano del programma. Per preservarne l’integrità e consentire il finanziamento delle esigenze legittime, ossia cibo e igiene, alcuni prodotti sono esenti dal pagamento al momento dell’acquisto. Il coupon è accettato come moneta per i diversi prodotti come lattine, latte in polvere, formaggio, riso, zucchero, sapone e detersivi. A questo programma si aggiunge l’assistenza scolastica che prevede la copertura delle tasse universitarie, l’acquisto di libri di testo e delle uniformi, i costi di trasporto per raggiungere la scuola, insieme a corsi e formazioni per centinaia di studenti. Complessivamente, sono 11.325 le famiglie rifugiate irachene assistite in vario modo dal Patriarcato latino in Giordania.

14 febbraio 2017

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi