L'informazione della Diocesi di Roma

Giornata del rifugiato. Cri lancia la guida Gps per i migranti

Si chiama “Virtual Volunteer” ed è una bussola per orientarsi nel Paese d’accoglienza: una piattaforma per informare sui servizi disponibili sul territorio

Si chiama “Virtual Volunteer” ed è una bussola per orientarsi nel Paese d’accoglienza: una piattaforma per informare sui servizi disponibili sul territorio

Una bussola per orientarsi nel Paese d’accoglienza, una piattaforma per informare sui servizi disponibili presenti sul territorio. Si chiama Virtual Volunteer ed è il nuovo sito web smartphone-friendly lanciato da Croce Rossa Italiana e Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, che aiuta le persone migranti a trovare le risposte. «Tramite geolocalizzazione – si legge in una nota della Croce Rossa -, la piattaforma permetterà a rifugiati, richiedenti asilo e persone rimaste fuori dalla rete dell’accoglienza presenti sul nostro territorio di individuare i vari servizi messi a loro disposizione dalla Cri e dalle altre associazioni nelle loro vicinanze: ambulatori, consultori, mense, dormitori, luoghi dove ricevere assistenza legale gratuita e supporto psicologico. Sulla mappa le persone migranti troveranno segnalati anche i tre Safe Point di Croce Rossa, attualmente operativi: quelli di Catania e Trapani e quello di Cagliari», che apre oggi, 20 giugno, Giornata mondiale del rifugiato. Grazie a Virtual Volunteer, insomma, ogni persona migrante potrà sapere in tempo reale sul proprio smartphone dove trovare risposta ai propri bisogni. Non solo. Sulla piattaforma sarà possibile trovare anche informazioni dettagliate sul servizio Restoring Family Links per la ricerca dei membri della propria famiglia.

«L’uso delle nuove tecnologie – sottolinea il presidente nazionale di Croce rossa italiana Francesco Rocca – è fondamentale anche nell’azione umanitaria. Proprio per questo abbiamo voluto lanciare anche in Italia la piattaforma “Virtual Volunteer”. Un nuovo servizio di prossimità per le persone più vulnerabili, che così potranno sapere in tempo reale dove poter trovare aiuto. Celebriamo così la Giornata mondiale del rifugiato, rispondendo concretamente a un bisogno delle persone migranti». Già funzionante in Grecia e Svezia, dove ha fatto registrare 30mila visitatori e 240mila pagine visualizzate in otto mesi, la piattaforma è attiva in Italia da oggi, martedì 20 giugno, in concomitanza con la Giornata del rifugiato.

20 giugno 2017