Giornata del risparmio energetico, Roma “spegne” Campidoglio e Fontana di Trevi

L’amministrazione capitolina aderisce a “M’illumino di meno”, l’iniziativa promossa da Caterpillar, di Rai Radio 2. L’edizione 2018 dedicata agli stili di vita sostenibili e alla promozione del camminare

Anche Roma Capitale aderisce a “M’illumino di meno”, l’iniziativa promossa dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2 con l’obiettivo di promuovere il risparmio energetico tramite gesti simbolici, diffondendo l’invito a spegnere una piazza o un monumento. L’appuntamento con l’edizione 2018 è per domani, venerdì 23 febbraio. In nome della salvaguardia dell’ambiente si spegneranno simbolicamente le ludi di Campidoglio e Fontana di Trevi.Al centro dell’attenzione, in questa edizione 2018 della Giornata del risparmio energetico, il tema degli stili di vita sostenibili e la promozione del camminare «come attività fisica utile agli spostamenti senza l’utilizzo di mezzi, che comportano dispendio di risorse energetiche», recita la memoria approvata dalla giunta Raggi. E proprio al camminare è dedicata l’iniziativa organizzata dal municipio IX, all’Eur, che ha organizzato per la giornata del 23 febbraio, tra le 17 e le 19.30, una passeggiata alla scoperta delle bellezze artistiche del territorio.

Nel frattempo tutti i cittadini sono invitati a donare simbolicamente i passi che compiono quotidianamente fino al 23 febbraio sul contapassi online di M’illumino di meno. «In questi anni – si legge sulla pagina online – abbiamo spento i principali monumenti italiani ed europei – si dice che Caterpillar abbia spento persino la Trump Tower ma c’è ancora chi nutre qualche dubbio -, abbiamo condiviso ospitalità, oggetti e saper fare; abbiamo disegnato con le scuole, insieme a migliaia di bambini e alle loro valorose insegnanti, i supereroi più sostenibili del mondo, abbiamo percorso centinaia di chilometri in bicicletta, su e giù per l’Italia e per l’Europa, fino a bussare alla porta del Comitato del Nobel per la Pace di Oslo per consegnare tutte le vostre firme e far vincere la bici. La Terra – prosegue il testo – sta sotto i nostri piedi e a volte ce la dimentichiamo. La calpestiamo indifferenti al suo futuro che è anche il nostro. Il cambiamento climatico sta accelerando, bisogna cambiare passo e i nostri piedi sono il punto di contatto con la Terra. Il 23 febbraio, per M’illumino di Meno 2018, cominciamo a pensare con i piedi».

22 febbraio 2018