L'informazione della Diocesi di Roma

Il Gen Rosso in tour in Italia con «Campus»

Nata da un’idea di Chiara Lubich, l’opera s’ispira a fatti realmente accaduti e arriva sulle scene dopo oltre 10 anni di ricerca contenutistica e artistica

Nata da un’idea di Chiara Lubich, l’opera s’ispira a fatti realmente accaduti e arriva sulle scene dopo oltre 10 anni di ricerca contenutistica e artistica 

Al via Campus, il musical del Gen Rosso in tour in Italia. Rinnovato nelle sonorità, nei dialoghi e nelle scenografie, Campus toccherà 8 città portando in scena le storie di giovani alle prese con le scelte e i drammi dell’umanità di oggi: terrorismi, odio tra popoli, disuguaglianza sociale e distribuzione delle ricchezze. Il musical il 17 febbraio (ore 21) andrà in scena all’auditorium del Centro internazionale di Loppiano (Fi), data “zero” di un tour che vedrà la band internazionale attraversare l’Italia. Nato da un’idea originale di Chiara Lubich, l’opera s’ispira a fatti realmente accaduti e arriva sulle scene dopo oltre 10 anni di ricerca contenutistica e artistica.

«Era il 2004 ed erano da poco successi i fatti di Madrid, con gli attacchi terroristici alla metropolitana – racconta Valerio Gentile, manager del Gen Rosso – ed è su un binario di una qualunque stazione delle nostre città che si apre la scena di Campus:  una storia di ricerca, dolore, domande e riscatto che mette il pubblico davanti alle ferite più profonde del nostro tempo». Il musical si compone di 23 brani, di passaggi coreografici che interagiscono con sequenze filmate, di azioni teatrali e molto movimento. Lo show è frutto del lavoro in rete di un team internazionale. Ogni data del tour si comporrà, oltre che del musical, di un evento culturale che è parte del progetto “Italia per”, promosso, assieme al Gen Rosso, dall’Istituto Universitario Sophia (Ius).

In rete con istituzioni e associazioni locali, il progetto intende offrire, accanto alla performance artistica, un contributo culturale e accademico di riflessione e azione sulle sfide globali e specifiche dei territori e delle città che il tour incontrerà; sarà uno spazio di riflessione e ispirazione per rimuovere le cause che favoriscono l’odio tra le diverse etnie, le religioni, le culture nelle nostre società. A Loppiano, il 17 febbraio interverranno il sociologo Bennie Callebaut (Ius), la ricercatrice in Comunicazione e intercultura Cristina Montoya (Ius), Maurizio Certini (Centro “Giorgio La Pira”), Carla e David Santetti (prima accoglienza immigrati a Lastra a Signa, Fi), Quing Li (Dialogo interculturale Europa-Cina).

 

13 febbraio 2017