L'informazione della Diocesi di Roma

La Capitale apre le porte alle arti con il RomaEuropa Festival

Dal 21 settembre al 3 dicembre, spettacoli teatrali, balletti, mostre concerti, nuovo circo, arti visive e nuove tecnologie sul tema “Portati Altrove”

Dal 21 settembre al 3 dicembre, spettacoli teatrali, balletti, mostre concerti, nuovo circo, arti visive e nuove tecnologie sul tema “Portati Altrove”

Dopo le anteprime di luglio, si inaugura oggi, 21 settembre, la trentunesima edizione del RomaEuropa Festival, la manifestazione che fino al 3 dicembre porterà nella Capitale spettacoli teatrali, balletti, mostre, concerti, nuovo circo, arti visive e nuove tecnologie, con artisti come Romeo Castellucci, Guy Cassiers, Anne Teresa De Keersmaecker, Hofesh Shechter. In tutto 51 appuntamenti, nell’arco di 145 giorni, 34 dei quali in prima italiana. A fare da filo conduttore, il tema “Portati Altrove”.

Molti e di varia natura gli spazi deputati: dai teatri Argentina, lndia, Vascello, Quarticciolo al Monk Club; dall’Accademia di Francia di Villa Medici a Palazzo Altemps, alle Terme di Diocleziano; dall’Auditorium della Conciliazione al Parco della Musica; dalla Casa del Jazz al Macro di Testaccio. Tra le novità, il gruppo di Tim Etchells che presenta le 36 opere teatrali di Shakespeare in spettacoli da 50 minuti interpretati da oggetti di uso quotidiano animati da un attore, mentre il Macro ospita negli spazi della Pelanda la mostra Digitalife, che espone la gigantesca macchina robotizzata che scolpisce una cascata d’acqua di Shiro Takatani e dello scultore Christian Partos.

L’inaugurazione, questa sera alle 21 al teatro Argentina, è affidata alle atmosfere oniriche di  “Barbarians” di Hofesh Shechter, coreografo d’origine israeliana e adozione inglese. Lo spettacolo sarà riproposto anche giovedì 22 e venerdì 23, sempre alle 21, e sabato 24 alle 19.

Per informazioni e per conoscere il programma completo: http://romaeuropa.net/.
21 settembre 2016