L'informazione della Diocesi di Roma

Libertà religiosa, Acs tinge di rosso Montmartre

Dopo Fontana di Trevi a Roma, la Cattedrale e l’Abbazia di Westminster a Londra e il Cristo Redentore a Rio de Janeiro, il 12 ottobre Aiuto alla Chiesa che Soffre illumina anche la basilica del Sacro Cuore a Parigi, per obbligare il mondo a vedere il martirio

Una luce rossa come il sangue dei martiri illuminerà domani, giovedì 12 ottobre, la basilica del Sacro Cuore di Parigi, nel quartiere di Montmartre. La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che soffre torna ad aprire gli occhi del mondo sul tema del martirio, come aveva già fatto illuminando di rosso Fontana di Trevi a Roma, la Cattedrale e l’Abbazia di Westminster a Londra e il Cristo Redentore a Rio de Janeiro. Per la giornata di domani infatti la sede francese di Acs propone una manifestazione di 24 ore per la libertà religiosa, che inizierà alle 11.15 con la celebrazione della Messa nella basilica di Montmartre; nel pomeriggio è in programma un dibattito sul sagrato della chiesa e poi alle 19 si accenderanno le luci rosso porpora. Seguirà una veglia di preghiera per quanti non sono liberi di vivere la propria fede. La basilica poi resterà aperta tutta la notte per proseguire la preghiera nell’adorazione eucaristica.

«Da ormai 70 anni Acs è impegnata a destare l’attenzione del mondo sul tema della persecuzione religiosa», afferma il direttore di Acs talia Alessandro Monteduro. Già Fontana di Trevi e Westminster tinte di rosso, riflette, «hanno obbligato milioni di persone ad interrogarsi su un dramma ancora ampiamente sconosciuto e trascurato dal mainstream mediatico. A Parigi il 12 ottobre i martiri saranno nuovamente protagonisti». Monteduro assicura che «Acs continuerà a illuminare monumenti chiave in tanti altri Paesi per impedire che il mondo chiuda gli occhi  di fronte al sacrificio di quanti hanno offerto e offrono la vita a causa della loro fede e al destino di chi ancora oggi si vede negata la libertà religiosa».

11 ottobre 2017