L'informazione della Diocesi di Roma

L’Unitalsi romana in pellegrinaggio a Lourdes

“Ospiti speciali” dell’iniziativa, 20 piccoli pazienti del reparto di Oncologia pediatrica del Gemelli, due dei quali riceveranno la prima comunione

“Ospiti speciali” dell’iniziativa, dal 22 al 28 aprile, 20 piccoli pazienti del reparto di Oncologia pediatrica del Gemelli, due dei quali riceveranno la prima comunione

Partirà alle 9 dalla Stazione Ostiense, sabato 22 aprile, il tradizionale pellegrinaggio a Lourdes promosso dalla sezione romana-laziale dell’Unitalsi, che si concluderà venerdì 28. A bordo, 500 pellegrini, tra cui 180 persone disabili e malate. Tra loro anche, come “ospiti speciali”, 20 piccoli pazienti del reparto di Oncologia pediatrica del Policlinico Gemelli, due dei quali riceveranno a Lourdes la prima comunione. Quella dei bambini del policlinico romano, spiegano dall’Unitalsi, è una presenza che «da 25 anni arricchisce il nostro pellegrinaggio, grazie anche al lavoro della sottosezione aziendale del Gemelli».

Ad accompagnare i pellegrini ci saranno don Gianni Toni, assistente dell’Unitalsi di Roma e Lazio, il vescovo di Sora Gerardo Antoniazzo e Preziosa Terrinoni, presidente della sezione romana-laziale dell’associazione. «Ho avuto la fortuna di potere vivere in questi 25 anni tutti i pellegrinaggi organizzati a Lourdes – racconta Terrinoni – e ogni volta l’emozione è grande soprattutto nell’accompagnare tanti piccoli che combattono con malattie spesso inesorabili. Vorrei dedicare idealmente questo nostro pellegrinaggio – aggiunge – a tutte quelle famiglie e a tutti quei bambini che dal 1992 si sono affidate all’Unitalsi, con una particolare preghiera per chi non è più con noi».

Quello in partenza domani, le fa eco don Toni, è un pellegrinaggio che «abbiamo voluto arricchire con un’iniziativa straordinaria come la Sacra rappresentazione della Passione di Cristo, di Sezze. Un evento culturale e religioso conosciuto in tutto il mondo che grazie al grande cuore del popolo setino sarà accanto soprattutto ai nostri piccoli a Lourdes». Grazie a 150 attori e figuranti dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, infatti, sull’esplanade del santuario francese prenderà vita, il 25 aprile, una speciale Passione di Cristo, che sarà trasmessa in diretta da Lazio Tv e in differita, il 1° maggio, da Telepace.

21 aprile 2017