RomaSette
Sabato 25 Ottobre 2014
In città: Piazza Navona, al via i lavori sulle strutture colpite

La Fontana del Moro era stata danneggiata sabato 3 settembre, così come Fontana di Trevi. Dure le reazioni del sindaco Alemanno e del ministro per i Beni culturali Galan. Intanto, già avviato il restauro di R. S.

È stato fermato l’uomo che sabato ha danneggiato la maschera del Moro in piazza Navona. Il vandalo, ripreso dalle telecamere che sorvegliano la piazza 24 ore su 24, è un romano di 52enne che avrebbe ammesso di aver colpito anche Fontana di Trevi. A incastrarlo le scarpe e gli abiti indossati. I pezzi di marmo del tritone mozzato erano stati rinvenuti sabato mattina da un vigile urbano del I Gruppo della Polizia Municipale di Roma. La fontana del Moro è, insieme a quella dei Fiumi e di Nettuno, una delle tre storiche fontane di Piazza Navona. Fu realizzata da Giovan Antonio Mari nel 1654 su bozzetto di Gian Lorenzo Bernini. «Quella fontana era stata già danneggiata in passato –hanno detto i vigili -, e quella parte era stata poi restaurata, quindi non è originale».

Intanto è iniziato il restauro della Fontana del Moro. A dare il via ai lavori è stato l'assessore alla Cultura di Roma Capitale Dino Gasperini. Riprenderanno quindi posto nel mascherone le due teste dei draghetti alati, copie risalenti al 1870-1871, che sono state staccate dal vandalo probabilmente con un sampietrino. La testa del draghetto di destra combacia perfettamente con il mascherone mentre a quella di sinistra manca un triangolo che è stato ritrovato ed è in possesso dei restauratori. «Assumiamo tutti i dati che servono per il restauro - ha spiegato il dirigente dell'unità organizzativa dei monumenti di Roma della sovraintendenza ai Beni culturali - e li analizzeremo in laboratorio. Se le temperature non raggiungono picchi e quindi non farà molto caldo il restauro dovrebbe orientativamente essere completato entro 15 giorni. La stima dei danni è di alcune migliaia di euro: sicuramente entro 10mila euro».

«Volevo attirare l'attenzione a causa di problemi personali che ho avuto per vicende con la magistratura. Ma sono rimasto sorpreso quando nessuno dei passanti mi ha fermato». Queste le parole dell’uomo fermato dai carabinieri nel centro della capitale. Intanto il sindaco della città Gianni Alemanno, che aveva usato molto dure contro l’atto vandalico, esprime il proprio plauso «verso i carabinieri che hanno individuato e fermato lo scellerato che ha danneggiato la Fontana del Moro». E aggiunge in una nota: «Mi auguro adesso che a questo criminale venga data una punizione esemplare, senza scarcerazioni facili, perché per difendere il nostro patrimonio artistico è necessario, come ha detto il ministro della Cultura Galan, che sia evidente a tutti la gravità del reato. Chi colpisce un monumento artistico può essere capace di qualsiasi violenza e qualsiasi follia, quindi nessuna clemenza». A tal proposito il ministro per i Beni culturali Giancarlo Galan, intervistato da la Repubblica, sottolinea: «Porterò al prossimo Consiglio dei ministri il provvedimento che inasprisce le pene contro i vandali. Pene che devono essere certe e che possono arrivare fino all'arresto». Inoltre assicura che la fontana tornerà alla sua bellezza. Secondo Galan deturpare il patrimonio artistico equivale «a sottrarre ricchezza a tutti,è come compiere un furto».Per il ministro, oltre all'inasprimento delle pene, «sarebbe necessario che i mezzi di informazione proponessero programmi culturali».

6 settembre 2011



Altri Articoli recenti in questa categoria
12/9/2014 - All'Eur torna la Re boat race
12/9/2014 - Una maratona dantesca introduce il Festival della letteratura di viaggio
11/9/2014 - Da Roma Capitale buoni libro per il diritto allo studio
11/9/2014 - Al Bioparco 4 appuntamenti con l'ApeLettura
9/9/2014 - Giornate europee del patrimonio, appuntamento il 20 settembre
5/9/2014 - Povertà, Cutini: politiche più snelle per la social card
5/9/2014 - Stadio della Roma, arriva il via libera della Giunta
4/9/2014 - Gli albergatori contro la maxi tassa di soggiorno: «È una truffa»
4/9/2014 - In scena il Premio Rodari
3/9/2014 - Nuove tariffe ai Musei Comunali

IN EDICOLA

SPECIALI NEWS
DOSSIER










I Documenti della Diocesi