RomaSette
Sabato 01 Novembre 2014
In diocesi: Forum: per le famiglie la priorità è l'ascolto

La rete di sportelli delle associazioni aderenti ha accolto 36.000 utenti per consulenze di vario tipo. I risultati presentati in una tavola rotonda con gli amministratori locali di Michela Altoviti

Non solo un resoconto con analisi di dati, ma una proposta concreta affinché le famiglie di Roma e del Lazio trovino risposta ai propri bisogni. Questo il proposito di «Famiglia al Centro: tra crisi economica e nuovi bisogni», conferenza organizzata venerdì 23 marzo dal Forum delle Associazioni familiari nella Sala Baldini della parrocchia di Santa Maria in Portico e che ha visto l’intervento di monsignor Paolo Mancini, responsabile del Centro diocesano per la pastorale familiare e degli assessori alle Politiche familiari, per il Comune e la Provincia, Gianluigi De Palo e Claudio Cecchini. A moderare gli interventi, Beatrice Fazi, attrice e mamma.

Si è trattato della tappa conclusiva del progetto «Famiglie in Centro», lo sportello di servizi, con offerta di consulenze psicologiche, fiscali-legali, sanitarie e di orientamento lavorativo, finanziato per il periodo maggio2011/gennaio 2012 dal Dipartimento per i servizi educativi e scolastici di Roma Capitale e gestito appunto dal Forum della Famiglie del Lazio.

Al termine di questa esperienza «si è voluto rendere pubblico ciò che è stato fatto in questi nove mesi - ha spiegato, aprendo i lavori, Emma Ciccarelli, presidente del Forum - facendo emergere i risvolti più interessanti e i bisogni più pressanti che hanno impegnato lo sportello». Il progetto ha consentito di mettere in rete i servizi peculiari che le 51 associazioni aderenti al Forum propongono «con dedizione e professionalità – ha continuato Ciccarelli – rendendoli fruibili dalle famiglie del nostro territorio» in un’ottica di sussidiarietà.

Dai dati, raccolti mediante la somministrazione di questionari, emergono realtà di cui le pubbliche amministrazioni spesso non sono a conoscenza e si evince uno spaccato molto interessante: «Si evidenzia – spiega Ciccarelli – una capillare distribuzione delle associazioni nel tessuto cittadino, presenza per altro consolidata: in media ci sono da 30 anni e interessano un’ampia fascia di popolazione»; nel 2011, sono stati attivati 125 sportelli per 36.000 utenti su Roma Capitale e Provincia e 140 sportelli per 55.000 utenti nel resto del Lazio.

Il segnale è quindi chiaro: le famiglie cercano ambienti in cui essere ascoltate nonché consigliate «mediante un sostegno che non sia pre-confezionato ma mirato e personale». Tra i principali bisogni emersi, si evidenziano in particolare, difficoltà di comunicazione nella coppia e nel nucleo familiare, necessità di sostegno alla genitorialità, carenza di autostima; ancora, significative le esigenze in ambito fiscale e nella ricerca di occupazione. Sono inoltre emersi altri bisogni particolari legati all’aumento di stati d’ansia e stress in relazione alle difficoltà lavorative e all’aumento del costo della vita.

Quest’ultimo è stato indicato da Lorenza Rebuzzini, presidente del Centro internazionale sugli studi sulla famiglia (Cisf), quale primo sintomo del disagio. Ragionando per metafora sempre in termini medici, Rebuzzini ha fatto la diagnosi riconoscendo il problema nella concezione di famiglia non quale cellula fondamentale della società ma, piuttosto, quale primo ammortizzatore sociale. Da ciò, la prescrizione di una possibile cura: l’attivazione di politiche familiari promozionali e non assistenziali.

In questa direzione si sono detti impegnati Cecchini e De Palo, che ha anche richiamato l’attenzione sull’introduzione, a Roma, del quoziente familiare nel bilancio del 2012; mentre monsignor Paolo Mancini ha sottolineato l’attività assidua del Consultorio diocesano «Al Quadraro« definendolo «centro di assistenza alla famiglia e alla maternità, aperto a tutti senza distinzione, dove trovare ascolto e afferrare una mano».

26 marzo 2012



Altri Articoli recenti in questa categoria
12/9/2014 - La parrocchia ucraina gremita per invocare la pace
12/9/2014 - Ac, l'impegno a «uscire» e «accogliere»
10/9/2014 - Il 4 ottobre l'omaggio del Lazio a san Francesco
9/9/2014 - Don Bosco, le celebrazioni romane per il bicentenario
8/9/2014 - Insegnanti di religione, obiettivo puntato sul Medio Oriente
5/9/2014 - Morta in Malawi suor Anna Maria Guidotti
1/9/2014 - Il cardinale Vallini a Lourdes per «raccontare la gioia del Vangelo»
1/9/2014 - L’Anno pastorale riparte dal Convegno diocesano
21/7/2014 - Paolo VI beato, a ottobre veglia e convegni
21/7/2014 - Le nomine di direttori, parroci e vice parroci

IN EDICOLA

SPECIALI NEWS
DOSSIER










I Documenti della Diocesi