RomaSette
Domenica 31 Agosto 2014
BIOGRAFIE RUBRICHE
CINEMA
RSS Feed
"Transformers 4", spettacolo frastornante

Continua la saga delle macchine aliene che ha fatto segnare cifre record ai botteghini. Ammalato di gigantismo, film da vedere come sintesi delle infinite possibilità delle tecnologie moderne di Massimo Giraldi

Leggi
"Rio 2096", animazione tra verità e leggenda

Un poema storico fatto di simboli e di metafore, tutto riletto con taglio ruvido. Un universo più vero del realismo magico eppure già leggendario mentre si svolge. Con un disegno qua e là inquieto e visionario di Massimo Giraldi

Leggi
Maisie, la crisi della famiglia vista dai bambini

Un film con una trama psicologia molto fitta che mette a nudo in modo diretto superficialità e cinismo di una famiglia disfunzionale con dei genitori troppo «adulti» per pensare ai piccoli di Massimo Giraldi

Leggi
L’omaggio di Wajda a Lech Walesa

La materia da dipanare è tanta, severa e incandescente. Col pretesto del flash-back, spezzoni di cinegiornali si inseriscono nel corpo della finzione ma manca l’occhio poeticamente visionario di Massimo Giraldi

Leggi
«Le meraviglie», una fiaba ambientalista

Il film scritto e diretto da Alice Rohrwacher ha vinto il Grand Prix di Cannes 67. La scelta dei temi è affidata ad un linguaggio espressivo ermetico. Film molto problematico, molto adatto per riflessioni di Massimo Giraldi

Leggi
L’esordio di Caruso, tra affresco e cronaca

A partire dal 15 maggio, il film del regista 28enne realizzato grazie al crowdfunding arriva nelle sale romane. Nel piccolo centro di Avila arriva la notizia che il sole si spegnerà di Massimo Giraldi

Leggi
Rio 2, grande allegria e fantasia

Alla maniera di Disney, ma moltiplicando gli effetti per cento, il racconto è interrotto e allietato da brani, danze, balli che rimandano l’irresistibile allegria dei luoghi e delle atmosfere esotiche di Massimo Giraldi

Leggi
«Noah», il kolossal oscura i contenuti

La scommessa è stata quella di coniugare le logiche della spettacolarità americana con le suggestioni derivate dal fascino di tornare a occuparsi del destino dell’uomo nella logica dell'«amore» che vincedi Massimo Giraldi

Leggi
Dal film di Winspeare uno sguardo sull’oggi

Con l’ultimo film si conferma regista di forte sensibilità, capace di ricercare un dialogo forse impossibile tra favola e realismo, utopia e cronaca, dolore e gioia del nucleo familiare di Massimo Giraldi

Leggi
«Lei», la parabola poetica di Jonze

Il racconto emoziona perché i toni futuribili rivelano emozioni e sensibilità senza tempo. Una parabola sofferta e poetica, campanello d’allarme per insane passioni virtuali di Massimo Giraldi

Leggi
«La bella e la bestia», emozione e confusione

L’adattamento costruisce bene luoghi e atmosfere. Meno riuscito è lo sviluppo narrativo. La regia di Gans sceglie un montaggio che confonde le idee e toglie la necessaria aria di sentimentalismo di Massimo Giraldi

Leggi
Verdone, film onesto ma poco incisivo

Il film non convince sempre ma conquista per una malinconica onestà di fondo, per la sincerità espressiva con la quale si getta nei problemi dell’Italia contemporanea. Un nuovo capitolo della commedia umana del regista di Massimo Giraldi

Leggi
«All is lost», la lezione di Redford

La lotta per la sopravvivenza finisce per toccare sfumature spirituali, laddove solitudine significa necessità di affidarsi a una presenza in grado di colmare le paure interiori. Il film deve quasi tutto al protagonista di Massimo Giraldi

Leggi
«Anita B», il dolore del dopo-Shoah

C'è un «dopo» nei sopravvissuti, quasi sempre altrettanto doloroso. Faenza lo racconta come sa fare, con chiarezza, pulizia narrativa. Il monito che lancia è netto, e il film ben si presta ad un utilizzo duraturo di Massimo Giraldi

Leggi
«Il capitale umano», il thriller di Virzì

Il regista livornese alle prese con un genere per lui inedito. Nel suo nuovo film racconta un giallo lombardo dalle dinamiche narrative logiche e precise; una radiografia sociale asciutta, quasi neutra di Massimo Giraldi

Leggi
“Philomena”, storia tra verità e perdono

Nelle sale il film di Frears, Leone per la migliore sceneggiatura a Venezia, che ha ottenuto molti riconoscimenti «collaterali», tra i quali il Premio Signis, assegnato dalla giuria cattolica internazionale
Di Massimo Giraldi

Leggi
«Still Life», poetica storia tra vita e morte

La ritualità della morte diventa, nel film di Umberto Pasolini, richiamo alla vita che si fa incontro tra anima, corpo, spirito. Un invito al rispetto, alla ricerca di equilibri interiori, all’amore che aiuta a crescere di Massimo Giraldi

Leggi
«Hunger games», il bis è deludente

Il secondo capitolo cinematografico della saga di Suzanne Collins perde freschezza e inventiva. Il copione naviga a vista dentro uno scenario fantastico che non si sa come definire né motivare a livello visivo di Massimo Giraldi

Leggi
Con Veronesi pregi e difetti dell’Italia

Dopo aver debuttato al Festival Internazionale del Film di Roma, è nelle sale «L’ultima ruota del carro» con Elio Germano. Al cinema la finzione è più credibile del vero che, spesso, diventa solo un peso di Massimo Giraldi

Leggi
Torna Zalone con «Sole a catinelle»

Distribuito in 1.250 sale, è il terzo film del comico pugliese dopo Cado dalle nubi e Che bella giornata. Tra politicamente scorretto e una comicità che prende tutti nel mirino, il meccanismo continua a funzionare di Massimo Giraldi

Leggi
(1) 2 3 4 ... 11 »
IN EDICOLA

SPECIALI NEWS
DOSSIER










i 7 doni dello spirito
I Documenti della Diocesi
SIR
Vicariatus Urbis
Vicariatus Urbis
FISC - Federazione Italiana Settimanali Cattolici
Avvenire.it
Radio Vaticana - 105 live
TV 2000
Radio inBlu


A 450 anni dalla morte il maestro della Cappella Sistina torna al Campidoglio dove risistemò la piazza e disegnò la facciata del portico di Palazzo Caffarelli. Prestiti eccellenti da Casa Buonarroti di Francesca Romana Cicero
Continua la saga delle macchine aliene che ha fatto segnare cifre record ai botteghini. Ammalato di gigantismo, film da vedere come sintesi delle infinite possibilità delle tecnologie moderne di Massimo Giraldi
A 50 anni dalla morte, il ricordo della scrittrice che ha fatto scoprire Cristo, alla puritana America, in un profugo e un ermafrodito. Raccontò le forme inconcepibili assunte dalla grazia per manifestarsi di Paolo Pegoraro
Dai Massive Attack a Keith Jarrett fino ai Simple Minds del Parco della Musica, ai Placebo a Capannelle, passando per Gigi D’Alessio al Centrale live. E ancora: Patty Pravo, Stefano Bollani ed Emis Killa di Concita De Simone