L'informazione della Diocesi di Roma

Monsignor Soddu confermato alla guida di Caritas Italiana

Il Consiglio permanente della Cei lo ha nominato per un nuovo mandato. Il sacerdote: «Sempre più urgente dare vita a un nuovo umanesimo»

Il Consiglio permanente della Cei lo ha nominato per un nuovo mandato. Il sacerdote: «Sempre più urgente dare vita a un nuovo umanesimo»

Confermato alla guida di Caritas italiana per il secondo mandato don Francesco Soddu. Lo ha deciso ieri, giovedì 23 marzo, il Consiglio permanente della Cei. Il cardinale Francesco Montenegro, presidente di Caritas italiana, ha espresso a nome di tutti gli operatori e collaboratori «un sentito ringraziamento a don Soddu per la competenza, la passione, la capacità di ascolto e dialogo con cui ha finora guidato Caritas italiana e lo incoraggia a proseguire con lo stesso impegno a servizio delle Chiese che sono in Italia, per portare insieme un contributo al rinnovamento della diaconia della carità, della giustizia e della pace».

Ringraziando per la fiducia confermata, don Soddu ha esortato tutti a continuare nel lavoro comune e condiviso,  in un percorso di «costante rinnovamento» in consonanza ai tempi e ai bisogni, per una Caritas sempre più capace di «comunicare e testimoniare, animare e promuovere», attraverso i fatti e le opere, nel rispetto del suo ruolo prevalentemente educativo. «C’è bisogno – ha sottolineato – dell’impegno di tutti per far fronte a sfide sempre più grandi. Proprio mentre l’Europa si prepara a celebrare i 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma, l’orrore dei fatti di Londra ci ricorda drammaticamente che siamo in quella che Papa Francesco ha chiamato “terza guerra mondiale a pezzi”. Di fronte a guerre, violenze, egoismi e spinte disgregatrici, appare dunque più urgente dare vita a un nuovo umanesimo, capace di integrare, dialogare e generare».

Il prossimo appuntamento che attende Caritas italiana è il 39° convegno nazionale delle Caritas diocesane in programma dal 27 al 30 marzo a Castellaneta Marina, in provincia di Taranto, dedicata proprio al tema “Per uno sviluppo integrale”.

24 marzo 2017