L'informazione online della Diocesi di Roma

Nascerà in Centrafrica il villaggio “Papa Francesco”

Il progetto per ricordare la visita del pontefice nel 2015. Sarà luogo d’incontro delle diverse comunità religiose della Repubblica Centrafricana

Il progetto per ricordare la visita del pontefice nel 2015. Sarà luogo d’incontro delle diverse comunità religiose della Repubblica Centrafricana

Nascerà come luogo di incontro delle diverse comunità religiose della Repubblica Centrafricana il villaggio “Papa Francesco”, nella regione africana. Si tratta di un progetto ancora in fase di studio da parte della delegazione vaticana di esperti per il Centrafrica, in collaborazione con la Piattaforma delle confessioni religiose del Centrafrica (Pcrc), con l’obiettivo di ricordare la visita compiuta dal pontefice nel 2015.

«Il Papa ha dichiarato Bangui Capitale spirituale dell’umanità. Ha aperto una Porta Santa a Bangui. È stata la prima volta nella storia della Chiesa che una Porta Santa è stata aperta al di fuori del Vaticano», ha ricordato Martin Nkafo Nkamitia, direttore del Dipartimento degli Studi per la promozione della cultura africana e capo della delegazione vaticana di esperti per il Centrafrica. «Sono intuizioni – ha proseguito – che non si possono ignorare. Per questo abbiamo pensato di creare, a perenne memoria della visita di Papa Francesco in Centrafrica, un villaggio che potrà essere il punto d’incontro di tutte le comunità religiose locali. È un ampio progetto ma ci riusciremo».

Al momento il progetto del villaggio “Papa Francesco” è stato presentato al Presidente del Centrafrica Faustin Archange Touadera e al sindaco di Bangui Blaise Nakombo, in occasione della nomina a cardinale dell’arcivescovo di Bangui Dieudonné Nzapalainga.

20 aprile 2017