L'informazione della Diocesi di Roma

Torna il Salone dell’Editoria sociale

Porta Futuro ospita la sesta edizione dell’iniziativa, dal 16 al 19 ottobre, dedicata a “L’Europa in cammino”: oltre 40 incontri, tra tavole rotonde, dibattiti, presentazioni di libri, video e letture musicate. Attività anche per i bambini

Prende il via oggi, a Porta Futuro, il Salone dell’Editoria sociale, promosso dalle Edizioni dell’asino, dalla rivista Lo Straniero, dalle associazioni Gli Asini e Lunaria e da Redattore sociale e Comunità di Capodarco. Quattro giornate, fino a domenica 19, dedicate al tema “L’Europa in cammino”, perché, scrivono nella presentazione Goffredo Fofi, scrittore, saggista, direttore della rivista Lo Straniero, e Giulio Marcon, deputato Sel, postavoce di Sbilanciamoci! e responsabile delle Edizioni dell’Asino, «non solo la politica e l’economia, ma le culture, le religioni, le arti, l’educazione possono svolgere un ruolo fondamentale nel costruire la consapevolezza del cammino, delle radici e del destino comune dei popoli europei». A cento anni dall’inizio della prima guerra mondiale, commentano, «l’Europa può intraprendere un cammino diverso da quello del Novecento: quello dell’incontro e dell’integrazione, del federalismo democratico e della coesione sociale, della solidarietà e della piena cittadinanza, della pace e dei diritti umani, della democrazia che prevale sui mercati».

In programma oltre 40 incontri, tra tavole rotonde, dibattiti, presentazioni di libri, video e letture musicate, promossi da case editrici e organizzazioni del terzo settore, che vedranno alternarsi fumettisti, giornalisti, storici, fotografi, registi, giuristi, scrittori, sociologi. Tra questi anche  il filosofo ed economista belga Philippe Van Parijs e il geografo Franco Farinelli, che terranno una lectio magistralis ragionando sul futuro del Vecchio continente. Sull’importanza della famiglia nel Novecento e sull’eredità della Grande Guerra interverranno gli storici Paul Ginsborg e Mario Isnenghi, mentre il dibattito su economia e politica sarà al centro dell’incontro su “L’Italia, l’Europa, l’austerity”. Nella prima giornata previsto anche un ricordo di Massimo Paolicelli, costruttore di pace prematuramente scomparso, gli omaggi agli scrittori Thomas Bernhard e Toni Morrison e al teologo valdese Tullio Vinay, il dibattito sull’attivista ed ecologista Alexander Langer. In serata sarà messo in scena lo spettacolo “Pop economix live show. Ovvero da dove allegramente viene la crisi e dove va”, con Alberto Paglierino, regia di Alessandra Rossi Ghiglione, mentre venerdì 17 ottobre sarà proiettato il documentario “Presi per il Pil. Liberarsi dal dogma della crescita economica” di Andrea Bertaglio, Lorenzo Fioramonti, Stefano Cavalletto. In programma anche diverse attività rivolte ai bambini, come la lettura musicata del libro “Il soldatino del Pim Pum Pà” di Mario Lodi, seguita da un laboratorio di serigrafia a cura di Else, o la lettura animata di “Orlando furioso e innamorato” di Idalberto Fei e Rita Petruccioli.

Leggi il programma completo.

16 ottobre 2014