L'informazione della Diocesi di Roma

Torna “Le vie del cinema”: nella Capitale i film di Cannes

Dal 10 al 15 giugno in 4 sale romane le pellicole protagoniste del festival francese, in versione originale con i sottotitoli in italiano

Dal 10 al 15 giugno in 4 sale romane le pellicole protagoniste del festival francese, in versione originale con i sottotitoli in italiano

Al via da domani, mercoledì 10 giugno, “Le vie del cinema da Cannes a Roma”, la manifestazione che porta nella Capitale i film già protagonisti del sessantottesimo festival di Cannes. Sei serate, fino a lunedì 15 giugno, realizzata da Anec Lazio con il sostegno di Roma Capitale e quest’anno, per la prima volta, in collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma e con il contributo di BNL Gruppo Bnp Paribas, all’interno del progetto “Il cinema attraverso i grandi festival”.

La manifestazione, alla diciannovesima edizione, si articola in 4 sale romane: Alcazar, Eden Film Center, Giulio Cesare ed Intrastevere. Qui saranno proiettate molte delle pellicole in concorso a Cannes, ma anche molte di quelle presentate nelle sezioni speciali, tutte in anteprima assoluta e in versione originale con sottotitoli in italiano. Un’occasione privilegiata, quindi, per vedere film che nella maggior parte dei casi arriveranno nelle sale italiane solo in autunno, oppure che non arriveranno affatto nel nostro circuito. Tanti i titoli in programma, come A perfect day di Fernando Léon Aranoa, Much loved di Nabil Ayouch, Les cowboys di Thomas Bidegain. E ancora, Fatima di Philippe Faucon, Peace to us in our dreams di Sharunas Bertas, Trois souvenirs de ma jeunesse di Arnaud Desplechin, da molti considerato il miglior film francese dell’intera edizione 2015.

Tra i film premiati al concorso arrivano The Lobster di Yorgos Lanthimo, a cui è andato il Premio della giuria presieduta da Joel e Ethan Coen. Sempre dalla gara, premiato con il Grand Prix e dai critici internazionali, Saul Fia (Son of Saul) dell’esordiente ungherese László Nemes che porta lo spettatore dentro Auschwitz attraverso il personaggio di Saul, membro del Sonderkommando, un gruppo di prigionieri ebrei che lavoravano nei forni crematori. In programma anche il film vincitore della Camera d’Or come miglior opera prima: La Tierra y la Sombra del colombiano Cesar Augusto Acevedo. Probabile anche, anticipano dall’Anec, l’arrivo della Palma d’oro Dheepan di Jacques Audiard.

Per informazioni e per conoscere il calendario dettagliato delle singole sale: www.aneclazio.it, tel. 06.4451208; Fondazione Cinema Per Roma, press@romacinemafest.org, tel. 06.40401913.

9 giugno 2015