L'informazione della Diocesi di Roma

Trasporti, il 13 ottobre sciopero di 24 ore

Metro, bus e tram a rischio per l’agitazione indetta da varie sigle sindacali. In vigore le consuete fasce di garanzia, dall’inizio del servizio fino alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20. Ferme anche le linee periferiche

Ancora una mobilitazione nel trasporto pubblico della Capitale, venerdì 13 ottobre: autobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Centocelle sono a rischio per lo sciopero di 24 ore che interesserà sia l’Atac che le linee periferiche gestite da Roma Tpl. A indire la protesta in Atac i sindacati Orsa Tpl, Faisa Confail e Usb; proprio l’Usb ha allargato l’agitazione anche al consorzio Roma Tpl. Assicurato comunque il rispetto delle consuete fasce di garanzia: servizio regolare, dunque, fino alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20.

A innescare la protesta, la scelta del concordato preventivo in continuità per la municipalizzata capitolina. Il piano definitivo che gli esperti Atac stanno elaborando dovrà essere presentato entro il 27 novembre ma, secondo i sindacati, «non c’è ancora la certezza che i lavoratori di Atac non pagheranno pegno con ulteriori sacrifici, come l’incremento dei carichi di lavoro», spiega Michele Frullo di Usb. Sul tavolo del confronto che si è svolto ieri mattina, 9 ottobre, in Prefettura anche la situazione dei circa 200 dipendenti di Corpa e Gis – le aziende che si occupano di manutenzione e recupero dei bus guasti per conto di Atac – che non vengono pagati da mesi. Difficoltà e ritardi nel pagamento degli stipendi anche in Roma Tpl. «Ribadiamo la nostra necessità a internalizzare i servizi. Quanto sta accadendo sui bus periferici – le parole del sindacalista – è la dimostrazione che affidare pezzi di Tpl ai privati non garantisce né la qualità dei servizi né un loro miglioramento, né tutela i lavoratori».

Uno sciopero generale di 24 ore era già stato indetto, con le stesse motivazioni, lo scorso 29 settembre, salvo poi subire una riduzione a 4 ore dopo l’intervento del prefetto di Roma Paola Basilone. Stavolta i sindacati ci riprovano. E per la città si annuncia un altro venerdì nero.

10 ottobre 2017