L'informazione della Diocesi di Roma

L’Unicef in piazza per la festa dei nonni

Il 30 settembre e il 1° ottobre in oltre 350 centri in tutta Italia giochi, musica e laboratori. E un braccialetto, segno del legame nonni-nipoti, a sostegno dei “bambini sperduti”

Tante iniziative, in oltre 350 piazze e centri di tutta Italia, a sostegno dei “bambini sperduti”. Unicef celebra così, sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre, la festa dei nonni, nella solennità degli angeli custodi, il 2 ottobre. «È per noi un momento di gioia, in cui festeggiare quella figura fondamentale nella vita di ogni bambino che ogni nonno o nonna rappresenta – dichiarato il presidente di Unicef Italia Giacomo Guerrera -.Quest’anno lo dedichiamo a tutti i bambini sperduti, in fuga da guerre, violenze e povertà; bambini soli che vivono situazioni terribili senza una guida su cui poter contare, un nonno o una nonna al quale stringere la mano».

Sarà festa, dunque, con attività e laboratori incentrati sul tema della memoria: i volontari Unicef, insieme al dipartimento e ai volontari della Protezione civile, al Fiat 500 Club Italia e all’Associazione nazionale alpini, ricorderanno i giochi di una volta, i mestieri dimenticati, i racconti dei nonni, con musiche, balli e tante attività che riguardano le  tradizioni popolari. Ma sarà anche un’occasione di solidarietà: a fronte di un piccolo contributo, sarà offerto un braccialetto, personalizzato per l’occasione, dal valore simbolico, che rappresenta il legame tra nonni e nipoti ma che al tempo stesso può garantire aiuto a un bambino sperduto. Altre iniziative sono in programma poi il 2 ottobre in scuole, aziende e altri enti.

Per conoscere la piazza più vicinia è possibile visitare la pagina web dell’iniziativa.

26 settembre 2017