L'informazione della Diocesi di Roma

Università Europea di Roma, torna “Pedala per un sorriso”

Sport e solidarietà, domenica 12 novembre, all’ateneo di via degli Aldobrandeschi. In sella con Ivan Basso e altri campioni ed ex campioni delle due ruote, per sostenere la ricerca sulle lesioni del midollo spinale

Il contasecondi scorre senza tregua sulla homepage del sito: mancano 3 giorni, 21 ore e una manciata di minuti e secondi alla nuova edizione di “Pedala per un sorriso“, che domenica 12 novembre vedrà salire in sella alle due ruote atleti tesserati, professionisti ma anche semplice appassionati per una passeggiata  – si parla di “cicloturismo” non competitivo – di solidarietà. Un’occasione per pedalare accanto a campioni come Ivan Basso della Trek Segafredo, Giulio Ciccone della Bardiani CSF e Valerio Agnoli della Bahrain Merida. Ma anche a ex campioni mondiali come Leonardo Giordani e Marta Bastianelli e altri ex del ciclismo italiano: Alessandro Proni, Luigi Sgarbozza, Roberto Petito, Stefano Zanatta e Bruno Centomo.

Ospite d’onore della manifestazione, Marina Romoli, ex promessa del ciclismo italiano, vice campionessa mondiale in linea tra le juniores nel 2006, costretta su una sedia a rotelle dal 2010 a causa di un indicente durante un allenamento, che le ha fatto perdere l’uso delle gambe. Da allora ha dato vita a un’associazione che porta il suo nome, impegnata nella raccolta fondi per la ricerca sulle lesioni spinali. Alla Marina Romoli onlus andranno i fondi raccolti attraverso le iscrizioni alla pedalata solidale, che serviranno anche a costituire un fondo di finanziamento per squadre ciclistiche giovanili e a sostenere l’iniziativa di Arcobaleno della Speranza onlus nella lotta contro la leucemia.

Invitati speciali alla manifestazione anche Omar Di Felice, rappresentante numero uno dell’Ultracycling in Italia, e Gianmaria Bruni, campione mondiale alla 24ore endurance di Le Mans. Il percorso inizia dall’Università Europea di Roma, che partecipa all’organizzazione, dove è fissato anche il ritorno, dopo aver attraversato le vie della Capitale. Per facilitare la massima partecipazione, fanno sapere gli organizzatori, si viaggerà a una velocità media di 20-25 km/h. «La corsa – spiegano – non è fatta per dimostrare ai professionisti di essergli alla pari ma per trascorrere con loro un giorno di scambio, con qualche chiacchiera al volo, un saluto mentre si è in sella, o a pranzo o durante il magico momento della premiazione finale».

Per informazioni e iscrizioni: www.pedalaperunsorriso.org.

8 novembre 2017