L'informazione della Diocesi di Roma

Verso la prima Giornata mondiale dei poveri, il 19 novembre

Il tema scelto dal Papa: “Non amiamo a parole ma con i fatti”. La lettera del vicario De Donatis a parroci, sacerdoti e diaconi della diocesi di Roma: il rapporto Caritas sulla povertà nella Capitale e la celebrazione con Francesco

Francesco l’ha voluta come segno concreto del Giubileo della Misericordia: una sorta di eredità ma anche un “promemoria” continuo di quell’urgenza che l’opzione privilegiata per i poveri rappresenta per la Chiesa post conciliare. Nella domenica precedente la solennità di Cristo Re dell’Universo – quest’anno il 19 novembre – si celebrerà quindi la prima Giornata mondiale dei poveri. Il tema scelto dal Papa, ricorda il suo vicario Angelo De Donatis in una lettera indirizzata a parroci, sacerdoti e diaconi della diocesi di Roma, è “Non amiamo a parole ma con i fatti”.

«Il Santo Padre – scrive l’arcivescovo citando le parole di Francesco –  ha invitato ogni comunità a vivere questa occasione per “creare tanti momenti di incontro e di amicizia, di solidarietà e di aiuto concreto”. Una chiamata quindi a conoscere e incontrare i poveri nelle nostre parrocchie perché la povertà non è un’entità astratta, ma “ha il volto di donne, di uomini e di bambini sfruttati per vili interessi, calpestati dalle logiche perverse del potere e del denaro”». Davanti a questi scenari, continua De Donatis, «il Papa ci chiede di non restare inerti e rassegnati ma di “rispondere con una nuova visione della vita e della società”».

Diverse, per la diocesi di Roma, le opportunità di dare risposta concreta a questo invito di Francesco. A iniziare da sabato 11 novembre, quando, alle 9.30 nell’Aula Magna della Pontificia Università Lateranense, scrive ancora l’arcivescovo De Donatis, «presenteremo il Programma pastorale della Caritas di Roma e il Rapporto sulla Povertà nella nostra città. Un incontro a cui sono invitati i parroci, gli animatori e tutti coloro che, nell’ambito degli istituti religiosi e delle organizzazioni ecclesiali, sono impegnati nelle opere di carità».

Al clero della diocesi di Roma il vicario del Papa ricorda anche i due appuntamenti organizzati dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione: la veglia di preghiera per il mondo del volontariato, sabato 18 novembre alle 20 a San Lorenzo fuori le Mura, in piazzale del Verano, e infine la celebrazione eucaristica con il Papa, domenica 19 alle 10 nella basilica di San Pietro, «rivolta particolarmente ai poveri e agli emarginati assistiti dalle comunità», seguita dalla preghiera dell’Angelus.

«Invito tutti voi – le parole del vicario – a partecipare alle iniziative, nonché a promuovere momenti di preghiera e di incontro nell’ambito delle parrocchie, coinvolgendo  in modo particolare quei gruppi, associazioni e movimenti ecclesiali impegnati nell’animazione alla carità». La celebrazione della Giornata dei poveri, è l’auspicio di De Donatis, «sia occasione per rinnovare il nostro spirito di preghiera, di condivisione e di carità».

I biglietti di accesso a piazza San Pietro possono essere richiesti al Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione.

17 ottobre 2017