L'informazione della Diocesi di Roma

Viceparroci, 20 nomine per i 5 settori

L’arcivescovo Angelo De Donatis assegna alle comunità di Roma i nuovi vicari parrocchiali. Don Calamita il più giovane. Andrà a San Giuseppe Artigiano

Tra i 20 nuovi viceparroci che il vicario Angelo De Donatis ha assegnato alle parrocchie romane, a decorrere dal primo settembre, don Andrea Calamita è il più giovane. Classe 1990, romano, ordinato sacerdote nel 2016, sarà il nuovo vicario parrocchiale a San Giuseppe Artigiano a via Tiburtina, nel settore Nord della diocesi.

Altri cinque sacerdoti si muoveranno nello stesso quadrante: don Paolo Marinelli, romano, proveniente da Sant’Igino Papa, arriva a San Benedetto Giuseppe Labre, mentre don Davide Maria Tisato si trasferirà da San Vigilio a Santa Maria delle Grazie a Casal Boccone. A Sant’Atanasio, poi, sempre nel settore Nord, arriva il cileno don Milton Mauro Vera Roa, già vicario parrocchiale ai Santi Elisabetta e Zaccaria. San Domenico di Guzman e la parrocchia di San Saturnino, accoglieranno rispettivamente don Angelo Rugolotto, già presbitero itinerante della Fondazione Famiglia di Nazareth per l’evangelizzazione itinerante, e il leccese don Pierangelo Margiotta, proveniente dalla parrocchia di San Domenico Guzman.

Tre i nuovi viceparroci nel settore Sud. Sono don Mauro Romano, nato nella capitale nel 1966, vice cappellano universitario a La Sapienza, che arriva a Santa Francesca Romana; don Jean Florent Agbo, della Costa d’Avorio, proveniente da San Giovanni Maria Vianney, e don Enrico Lilli, romano, proveniente da San Giuseppe Cafasso, entrambi destinati a San Giovanni Battista de la Salle. Il settore Est è quello più interessato dagli avvicendamenti con ben sette viceparroci in arrivo. Don Paolo Scipioni, rappresentante nel Consiglio presbiterale dei vicari parrocchiali del settore Centro e già vice parroco a Santa Croce in Gerusalemme, sarà il nuovo vicario ai Santi Giuda e Taddeo a Torre Angela.

Con lui arriverà in parrocchia anche il romano don Mauro Storaci, già vicario a San Tommaso Apostolo e a San Giuseppe Artigiano a via Tiburtina. A Santa Teresa di Calcutta arriva don Patricio Jorge Campos Rios, di Santiago del Cile e già vicario parrocchiale al Santuario della Madonna del Divino Amore. Un ritorno al Santissimo Sacramento a Tor de’ Schiavi. Don Vasile Alexandru Muresan era già stato vicario parrocchiale nella stessa comunità nel 2006. Ancora nel settore Est: San Giovanni Maria Vianney avrà come nuovo viceparroco don Ismark Alexandre, proveniente da San Tommaso d’Aquino; San Luca Evangelista don Francesco Annesi, già vicario ai Santi Simone e Giuda Taddeo a Torre Angela. Infine, la comunità di San Massimiliano Kolbe a via Prenestina conoscerà presto don Alvaro José Martin Enrione, presbitero fidei donum nell’arcidiocesi di Montevideo fino allo scorso maggio.

Due nuovi vice parroci, infine, nei settori Ovest e Centro. Don Simone Vendola da San Luca Evangelista si trasferisce a Santa Lucia e il nigeriano don Samuel Obiorah Sunday Nwosu dalla Gran Madre di Dio a Nostra Signora di Coromoto. Nelle parrocchie del Centro, a Santa Croce in Gerusalemme arriva don Mirco Perletti e a Santa Marcella don Luca Angelelli.

 

11 settembre 2017