Visita del Papa alla comunità ucraina

Calorosa accoglienza per il Papa in visita alla comunità greco-cattolica ucraina di Roma.

Prego per la pace, ha detto tra l’altro Francesco, vi ringrazio per il bene che fate in Italia. E poi l’invito a vedere la Chiesa come una realtà viva e luogo di incontro tra persone. Infine molti riferimenti al suo legame personale con l’Ucraina. Sono qui per dirvi che vi sono vicino: davanti all’Eucaristia prego il Principe della Pace perché tacciano le armi. Gli chiedo anche che non abbiate più bisogno di compiere immani sacrifici per mantenere i vostri cari. Così il Papa alla comunità greco-cattolica ucraina che l’ho ha accolto nella Basilica di Santa Sofia. Vi ringrazio per la vostra fedeltà di sempre, a Dio e al successore di Pietro, che non poche volte è stata pagata a caro prezzo, dice ancora. Tra i presenti tante le donne e i bambini. E Francesco ricorda le mamme e le nonne che in Ucraina, in tempi bui, hanno trasmesso la fede, con coraggio.