L'informazione della Diocesi di Roma

Volontariato in carcere, firmata l’intesa tra Dap e Sant’Egidio

Con l’accordo, il Dap si impegna a sensibilizzare le direzioni degli istituti penitenziari per favorire l’accesso dei volontari

Con l’accordo, il Dap si impegna a sensibilizzare le direzioni degli istituti penitenziari per favorire l’accesso dei volontari

Nella mattinata del 20 luglio, il Capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria Santi Consolo e il presidente e legale rappresentante Comunità di Sant’Egidio – Acap, Cesare Giacomo Zucconi, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa che rafforza e implementa la collaborazione per le attività di volontariato a favore delle persone detenute. Con l’accordo firmato oggi, il Dap si impegna a sensibilizzare le direzioni degli istituti penitenziari per favorire l’accesso dei volontari della Comunità di Sant’Egidio in orario pomeridiano, nei giorni prefestivi e festivi e a facilitare la realizzazione di iniziative ed eventi – campagne di distribuzione di generi di prima necessità e campagne o iniziative di sensibilizzazione e di solidarietà anche internazionale – che prevedano il contributo di esperti o di cittadini come volontari occasionali; i Provveditorati regionali favoriranno il rilascio di autorizzazioni ex art. 78 O.p. per l’accesso agli istituti penitenziari.

La Comunità di Sant’Egidio – Acap, da parte sua, si impegna a proseguire nelle attività di colloqui personali e di sostegno ai detenuti e nei programmi di assistenza materiale e spirituale alla popolazione ristretta presente negli Istituti Penitenziari italiani e a concordare eventuali attività in collaborazione con gli operatori del settore, nel rispetto delle specifiche peculiarità regionali o legate alle singole strutture; alla creazione di laboratori di pace; a realizzare iniziative culturali volte a favorire le relazioni tra istituti penitenziari e territorio, la convivenza e la pace e/o eventuali progetti formativi; a offrire, nei limiti delle proprie capacità di inserimento, la possibilità di svolgere attività di volontariato e servizi di utilità pubblica presso alcune strutture di assistenza e aiuto, individuate dalla Comunità di Sant’Egidio-Acap stessa, con progetti e percorsi individuali di accompagnamento o di inserimento sociale condivisi con gli operatori degli Istituti penitenziari.

«L’accordo – si legge in una nota – conferma l’impegno reciproco tra Amministrazione Penitenziaria e volontariato per rendere la detenzione un’occasione di convivenza e integrazione religiosa, di crescita e di reinserimento sociale, sensibilizzando il territorio e la società civile ai valori della solidarietà e dell’accoglienza».

 

20 luglio 2017