“7 Voci”: lo spettacolo per realizzare il sogno di Nicolò

Al Teatro Golden l’iniziativa in favore di Make-A-Wish Italia, che dal 2004 realizza i desideri dei bambini con gravi patologie. Come la visita a Disneyland Parigi

“7 voci”: l’appuntamento in calendario mercoledì prossimo, 31 gennaio, al Teatro Golden di Roma (via Taranto 36) non è solo musica e danza, sulle note di Fred Buscaglione, Freddy Mercury, Domenico Modugno e Francesco De Gregori. Lo spettacolo nato da un’idea di Arturo Cannistrà e Giovanni Rosaci, infatti, è un’appuntamento in favore di Make-A-Wish Italia, l’associazione no-profit che dal 2004 realizza i desideri dei bambini affetti da gravi patologie. Il ricavato permetterà all’associazione di realizzare il desiderio di Nicolò, un bimbo di dieci anni di Taranto in cura a Pisa, che vorrebbe visitare Disneyland Parigi.

«Nicolò convive con la paraparesi spastica, una patologia che lo costringe sulla sedia a rotelle – raccontano da Make-A-Wish -: la sua è una malattia grave e invalidante, che però non è riuscita a privarlo del suo spirito combattivo e della sua grandissima curiosità. Adora giocare alla Playstation con i suoi amici, cantare filastrocche in tedesco (che gli insegna la nonna materna), prendere l’aereo e più di ogni altra cosa desidera andare a Disneyland Paris, un mondo magico per lui, per “incontrare Topolino” e trascorrere qualche giorno spensierato con la sua famiglia». Lo spettacolo “7 voci”, quindi, realizzato nell’ambito del progetto di solidarietà “Raccontateci, vi prego, dell’amore” contribuirà a realizzare il suo desiderio, mettendo in scena «un viaggio nell’infanzia, nell’adolescenza e nella giovinezza di due artisti, amici da sempre, che raccontano gioie e dolori delle loro vite».

Tema dello spettacolo è «il ricordo e la sua trasformazione, nel passaggio dalla giovinezza all’età adulta, da nostalgico e/o doloroso a dolce e stimolante – si legge in una nota diffusa dall’associazione -: la maturità porta con sé momenti importanti e nuove consapevolezze. Gli artisti protagonisti portano i loro ricordi all’interno della creazione artistica, utilizzando le dinamiche della danza pura attraverso assoli, passi a due, momenti corali e trascinando lo spettatore in un viaggio narrativo entusiasmante in cui può riconoscersi».

Nelle parole di Sune Frontani, presidente e co-fondatrice di Make-A-Wish Italia, «per un bambino malato, la realizzazione del desiderio del cuore è un fatto dirompente, che può migliorare la qualità della sua vita e, a volte, cambiarne il corso. Grazie di cuore dunque a nome dei nostri bambini a tutti gli artisti coinvolti in questo importante progetto di solidarietà e a tutto il pubblico che ci vorrà sostenere». Adottare uno dei tanti desideri che aspettano di diventare realtà significa infatti «fornire un supporto concreto e immediato alla sua realizzazione», rimarcano dall’associazione, ed è «uno dei regali più belli che si possa fare ad un bambino gravemente malato. Le cure mediche sono fondamentali, è evidente, ma intervenire sugli aspetti emotivi e psichici, regalandogli una gioia mai provata, vuol dire agire su un livello diverso e toccare corde profonde, infondendo nuove energie, voglia di vivere, coraggio, speranza e soprattutto amore».

I biglietti per lo spettacolo possono essere acquistati direttamente online, mentre per effettuare una donazione è possibile consultare la pagina dedicata del sito di Make-A-Wish, oltre che donare il 5×1000 della dichiarazione dei redditi (cod. fiscale 95090980103).

29 gennaio 2024