Al Colosseo la nuova Casa dell’Acqua

Arriva ai Fori Imperiali il nuovo “nasone hi-tech” di Acea: acqua fresca, naturale e gassata, gratuita, insieme alla possibilità di ricaricare cellulari e tablet

Arriva su via dei Fori Imperiali il nuovo “nasone hi-tech” offerto da Acea: acqua fresca, naturale e gassata, gratuita, insieme alla possibilità di ricaricare cellulari e tablet

Inaugurata in via dei Fori Imperiali, proprio davanti al Colosseo, la nuova Casa dell’Acqua Acea: una sorta di “nasone hi-tech”, nella versione voluta e progettata per il Giubileo, a forma di chiosco verde, con la pianta esagonale che richiama le edicole del centro storico. A disposizione di cittadini, turisti e pellegrini acqua fresca totalmente gratuita, naturale e gassata, e in più la possibilità di ricaricare telefoni cellulari e tablet e consultare sui monitor informazioni di pubblica utilità.

«Questo nuovo nasone tecnologico – ha commmentato la presidente di Acea Catia Tomasetti intervenendo ieri, giovedì 10 settembre, all’inaugurazioneè un simbolo importante per dare il benvenuto al Colosseo ai visitatori e ai pellegrini che verranno durante il Giubileo e visiteranno l’anfiteatro Flavio». Nelle dieci Case dell’Acqua già installate finora, ha riferito, «abbiamo erogato in questi mesi oltre 1 milione di litri d’acqua: la capacità di circa due Colossei, riempiti di bottiglie».

Dalla prima, nella sede centrale Acea a piazzale Ostiense, fino alle Case di Genzano, Pisoniano e Guidonia, passando per il Mercato della Magliana, il Mercato Appagliatore di Ostia, il mercato della Laurentina, Parco della Musica, via Benedetto Croce e piazza Ormea, finora le installazioni hanno registrato un consumo medio di circa mille litri d’acqua al giorno, di cui il 71% frizzante, per una distribuzione complessiva, appunto, di oltre 1 milione di litri di acqua. La stima di Acea è di cento esemplari distribuiti tra Roma e provincia entro il 2016.

«Ho voluto che questo gesto generoso di Acea, che ha previsto un investimento complessivo di 3 milioni di euro per tutte le strutture – ha dichiarato dai Fori Imperiali il sindaco Ignazio Marino -, iniziasse con 10 punti nelle periferie, ma adesso, in vista dell’inizio del Giubileo, ci concentreremo anche sul centro della città». Altre Case sono previste infatti in siti fortemente interessati ai percorsi giubilari: da Castel Sant’Angelo alle  fermate della metro A Cipro e Ottaviano, alla stazione ferroviaria di San Pietro. Tra settembre e ottobre poi le installazioni raggiugneranno anche piazza Capecelatro, Parco Vanni e Parco Bergamini, mentre fuori città la prossima inaugurazione è in programma a Fiumicino.

Il risparmio, assicurano dalla multiutility capiytolina, è assicurato: a fronte di un’erogazione prevista di circa 60mila metri cubi d’acqua l’anno, si stima un risparmio di 1.800 tonnellate di bottiglie di plastica, pari a 5mila tonnellate di Co2 in meno emesse nell’etere per la loro produzione, trasporto e smaltimento. In concreto, un risparmio a famiglia di circa 130 euro l’anno altrimenti destinati all’acquisto di acqua minerale.

11 settembre 2015