All’Università Europea di Roma spazio ai “Campioni di vita”

Una tavola rotonda il 3 giugno nell’ateneo di via degli Aldobrandeschi. Tra i relatori, Fabio Pulici, portiere della Lazio dello scudetto 1973-1974

Una tavola rotonda in programma il 3 giugno nell’ateneo di via degli Aldobrandeschi. Tra i relatori, Felice Pulici, portiere della Lazio dello scudetto 1973-1974

“Campioni di vita. Testimonianze di sport e umanità”. Questo il tema della tavola rotonda in programma per mercoledì 3 giugno alle 19 all’Università Europea di Roma, in via degil Aldobrandeschi. Un incntro organizzato dai Circoli culturali Giovanni Paolo II, finalizzato a mettere a fuoco le caratteristiche che fanno di uno sportivo un grande campione: qualità morali, onestà lealtà, puntualizzano gli organizzatori. Le stesse per le quali «si può essere campioni nella vita anche se non si è mai vinta una sola gara».

La tavola rotonda, moderata dal direttore editoriale di Zenit Antonio Gaspari, vedrà la partecipazione dei pugili Vincenzo Mangiacapre e Vincenzo Cantatore, dello psichiatra Santo Rullo, che utilizza lo sport come cura per le malattie mentali. Ancora, prenderanno la parola l’ex rugbista ora imprenditore Riccardo Starace e il vicepresidente del Coni regionale Felice Pulici, ex calciatore, portiere della Lazio con cui ha vinto lo scudetto nel 1973-74. Introdurrà l’incontro Alberto Gambino, direttore delle Rivista di diritto sportivo del Coni e coordinatore accademico dell’Università Europea di  Roma. Moderatore: Antonio Gaspari, Direttore editoriale di Zenit.

Nel corso dell’incontro sarà presentato il libro “Campioni di vita” (Zenit – Edizioni Ares), con prefazione di Giovanni Malagò, che raccoglie sedici storie tenute insieme da un filo conduttore di grande umanità, un «eroismo che fa della pratica sportiva una palestra di vita».

29 maggio 2015