A Tor Vergata il piazzale per il nuovo Beato

Per il rettore dell’università è «un tributo importante». Una cerimonia è prevista lunedì 2 maggio con il cardinale vicario nel luogo dove sorge la croce della Gmg del 2000, già dedicato a Papa Wojtyla di Nicolò Maria Iannello

All’indomani degli eventi per la beatificazione di Papa Wojtyla, lunedì 2 maggio alle 16.30 presso l’Università di Tor Vergata si terrà un momento commemorativo durante il quale il piazzale in cui è installata la Croce della Gmg del 2000 sarà dedicato al Beato Giovanni Paolo II. Il luogo è quello che nel corso del Giubileo, in occasione della Giornata mondiale della gioventù, ha accolto oltre due milioni di ragazzi da tutto il mondo e che ospita la possente croce in acciaio realizzata per celebrare l’evento. Alla cerimonia saranno presenti, tra gli altri, il cardinale vicario Agostino Vallini e il cardinale Stanislaw Dziwisz, segretario di Giovanni Paolo II e attuale metropolita di Cracovia.

Sull’iniziativa Renato Lauro, il rettore del secondo ateneo romano, afferma: «Abbiamo accettato volentieri l’invito del Vaticano ad ospitare la cerimonia. Per l’Università di Tor Vergata è un tributo importante proprio perché Giovanni Paolo II aveva a cuore la vita dei giovani e degli universitari». In effetti, come spiega monsignor Lorenzo Leuzzi, direttore dell’Ufficio per la pastorale universitaria, «Giovanni Paolo II era affezionato al mondo dei giovani sin da quando era cappellano universitario a Cracovia. Durante il pontificato ha coltivato questa relazione anche con gli universitari romani». Inoltre, «con la dedicazione si aprono le iniziative della pastorale universitaria per ricordare Papa Wojtyla. Il prossimo appuntamento è per il 18 maggio, in occasione del suo compleanno, con una Messa in tutte le cappellanie; poi il 26 con una festa al Teatro Argentina».

La giornata del 2 maggio, come ricordato da Lauro, rientra nell’ambito della Festa della Pace, giunta alla quinta edizione e organizzata dalla cappellania San Tommaso d’Aquino: «Grazie a questa iniziativa c’è la possibilità di coinvolgere i ragazzi di altre confessioni presenti nel nostro ateneo, dando così un senso tutto particolare all’evento». A raccontare più nel dettaglio il pomeriggio di lunedì è il cappellano, don Mauro Oliva: «Dopo la commemorazione, avrà luogo la benedizione e la dedicazione della cappella del Campus X al beato Giovani Paolo II, poi la testimonianza di monsignor Lorenzo Leuzzi sulla figura del beato». La festa prosegue fino all’8 maggio, «con una serie di conferenze nelle varie facoltà sul tema “Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male”, l’esortazione rivolta da Giovanni Paolo II durante la Giornata mondiale della pace del 2005».

Tra i ragazzi della cappellania che parteciperanno agli eventi c’è anche Francesca Politi, 26 anni, della provincia di Catania, iscritta al secondo anno della laurea specialistica in Informazione e sistemi editoriali della facoltà di lettere e filosofia di Tor Vergata: «Quest’anno la manifestazione è dedicata a Giovanni Paolo II, che è stato un grande operatore di pace e un catalizzatore dei giovani». Per lei, che ha partecipato alla Gmg del 2000, «c’è un legame speciale con il luogo della dedicazione e con la figura del Papa, che ci invita ad essere testimoni della nostra fede e portatori di pace nella nostra quotidianità».

29 aprile 2011

Potrebbe piacerti anche