Casa del Cinema, tra bilanci e progetti futuri

Dal centro di Villa Borghese il resoconto della stagione passata e le anticipazioni della prossima: mostre e rassegne per giovani esordienti; la collaborazione con il Centro Aldo Fabrizi di Nicolò Maria Iannello

Con lo sguardo rivolto al futuro, ripercorrendo l’anno appena passato, la Casa del Cinema a villa Borghese fa un bilancio delle sue attività. Undici mesi di lavoro intenso «con un aumento esponenziale di eventi dai 630 contro i 450 dello scorso anno», ha spiegato ieri martedì 24 gennaio durante una conferenza l’assessore capitolino alla cultura Dino Gasperini. E così si può affermare, secondo l’assessore, che la Casa del Cinema «ha contaminato la città, ha interferito positivamente con tutte le altre realtà, dal Festival del Cinema alla Casa Moravia e il Centro Elsa Morante».

Alla presenza dell’assessore alla cultura della Regione Lazio Fabiana Santini e alla dirigente del Dipartimento della gioventù della Presidenza del consiglio dei ministri, la conferenza è stata un’occasione per ricordare le varie iniziative dei mesi precedenti, illustrate dalla direttrice Caterina D’amico, in carica da un anno. Tra le altre, come si legge sul rapporto “I numeri del 2011” consultabile sul sito di Roma Capitale, i 47 incontri con gli autori di documentari, i 48 appuntamenti con i realizzatori di film a soggetto e gli 11 dibattiti con gli autori di libri; e non solo, ma anche le 9 rassegne di opere storiche, come “Esordi di attori dietro la macchina da presa” e “Nascita di una nazione” per riproporre film, sceneggiati televisivi e commedie musicali o “Shakespeare al cinema”, un progetto nato in collaborazione con il Globe Theatre.

Non sono mancati poi omaggi a protagonisti della cultura e del panorama cinematografico italiano, dibattiti su temi di attualità e rassegne sulla produzione italiana recente: cortometraggi, film di giovani autori, opere in cerca di distribuzione e una maratona di cinema indipendente.

Molte le novità per il 2012: la prima è il restyling del sito della Casa del Cinema, che si presenta oggi con una nuova veste grafica. Poi la collaborazione con il Centro culturale Aldo Fabrizi da poco aperto a San Basilio e la riconferma dell’accordo con il conservatorio di Santa Cecilia per far partecipare i giovani alla rassegna «Cinema muto e musica dal vivo».

Altrettanto fitto di appuntamenti è il calendario per questa nuova stagione di cui è stata offerta qualche anticipazione: l’iniziativa “Buona la prima” a cura di Franco Montini che si svolgerà tutti i lunedì dalle 16.30 fino al 19 marzo e che coinvolge giovani autori esordienti che proietteranno e racconteranno la loro “opera prima”; oppure la rassegna «Italia doc» a cura di Maurizio Di Rienzo , tutti i giovedì fino al 22 marzo e giovedì 12 aprile alle 17.30 nell’ambito della quale saranno proiettati alcuni dei documentari più interessanti dell’ultimo anno, preceduti da un incontro con il regista.

Ampio spazio sarà dedicato anche alle mostre come quella dal 1 al 26 febbraio su “Gli occhi di Michelangelo Antonioni”, che raccoglie 30 dipinti ad olio realizzati dall’artista Miria Malandri per il centenario della nascita del regista e l’esposizione di fotografie “Lo sguardo non mente” dal 19 febbraio al 1 aprile, che propone una selezione di scatti di Riccardo Ghilardi presentati durante la 68ima Mostra internazionale del cinema di Venezia.

Per maggiori informazioni sul calendario delle varie iniziative è possibile consultare il sito della Casa del Cinema.

25 gennaio 2012

Potrebbe piacerti anche