- Archivio Storico RS - https://www.romasette.it/archivio -

Cud in arrivo, invio telematico dall’Inps

Entro il 28 febbraio 2014, datori di lavoro ed enti pensionistici dovranno consegnare ai propri dipendenti e pensionati il modello Cud 2014 per i redditi prodotti nell’anno 2013. In sintesi, si tratta di un documento per certificare i redditi da lavoro dipendente, assimilati (per esempio, compensi percepiti da soci di cooperative di produzione e lavoro, remunerazioni dei sacerdoti, assegni periodici corrisposti al coniuge) e da pensione, che il datore di lavoro o l’ente pensionistico rilascia ai propri dipendenti o pensionati per attestare le somme erogate e le relative ritenute effettuate e versate all’Erario.

Nel Cud vengono certificati anche i dati previdenziali relativi agli imponibili previdenziali, i contributi trattenuti ai fini della pensione. Con la consegna di tale modello si dà il via libera alla campagna della dichiarazione dei redditi sia per il modello 730 che per il modello Unico.

La consegna del modello. Il datore di lavoro può trasmettere al contribuente il Cud in formato elettronico, a patto che il destinatario abbia gli strumenti necessari per ricevere e stampare il Cud rilasciato in tale formato. Il modello Cud deve essere invece consegnato in forma cartacea, per esempio, agli eredi oppure al dipendente che ha cessato il rapporto di lavoro. Spetta comunque sempre al datore di lavoro accertarsi che ciascun dipendente si trovi nelle condizioni idonee a ricevere in via elettronica il Cud, provvedendo, diversamente, alla consegna in forma cartacea.

Per i pensionati. Anche quest’anno l’Inps renderà disponibile la certificazione unica dei redditi da lavoro dipendente, pensione ed assimilati (Cud) in modalità telematica attraverso il sito dell’Istituto. C’è da evidenziare che l’Inps garantisce, comunque, l’invio del Cud a domicilio ai cittadini che ne facciano specifica richiesta attraverso il Contact Center. In via alternativa è possibile ricevere il Cud tramite patronati, centri di assistenza fiscale e professionisti o presso gli sportelli veloci delle agenzie dell’Istituto.

All’Ufficio postale. È possibile ottenere il Cud anche presso tutti gli Uffici postali e non più solo in quelli aderenti al progetto “Reti Amiche”. Per questo servizio, Poste Italiane prevede il pagamento di una somma pari a 2,70 euro più Iva.

Per i disabili. Per alcune categorie di utenti particolarmente disagiati ed impossibilitati ad avvalersi dei canali fisici e telematici, l’Inps ha attivato presso tutte le strutture territoriali lo “Sportello mobile”, un servizio dedicato al rilascio con modalità agevolate di alcuni prodotti istituzionali. Gli utenti ultraottantacinquenni titolari di indennità di accompagnamento possono richiedere telefonicamente all’operatore dello Sportello Mobile della propria sede Inps l’invio a domicilio del certificato reddituale.

18 febbraio 2014