Family 2012, il contributo di Confartigianato

Realizzati da sessanta imprese della confederazione, calici e pissidi permetteranno di distribuire la comunione a oltre un milione di fedeli. Opera degli artigiani anche la seduta del Papa di R. S.

Duecento calici e duemila pissidi. Sono il dono di Confartigianato per il «Family 2012», che si svolgerà a Milano dal 30 maggio al 3 giugno. Realizzati da sessanta imprese aderenti, gli oggetti liturgici verranno utilizzati durante la Messa del 3 giugno, presieduta da Benedetto XVI, e permetteranno di distribuire la comunione a oltre un milione di fedeli.

I calici sono in metallo e, per evitare che vengano corrosi dal vino, sono stati trattati in oro. Per le pissidi si è scelto di abbinare metalli in ottone lucidati, personalizzabili nei sostegni, anch’essi diversi l’uno dall’altro per materiali, forme e dimensioni. Venti pissidi e venti calici sono il frutto del concorso di Artigianato d’arte dal titolo «Sign2012», promosso da Confartigianato.

La seduta del Papa è frutto del lavoro di un artigiano brianzolo, mentre quattro sedie cardinalizie e due minori sono state progettate e realizzate da imprese artigiane di Confartigianato «a testimonianza della ricchezza, della varietà e della generosità della produzione manifatturiera artigiana», spiegano dalla confederazione.

Un impegno che ha coinvolto tutta Confartigianato, «dalle associazioni locali alla Confederazione nazionale, dalla Lombardia alle altre regioni e sessanta imprese, da Milano alla Brianza, dal Lazio alla Lombardia, da Bolzano alla Valle d’Aosta così che il Memoriale della celebrazione eucaristica si accompagni alla memoria delle tante mani e macchine che hanno lavorato con dedizione, passione e gratuità», precisano da Confartigianato, commentando il senso della scelta di donare gli oggetti liturgici al VII Incontro delle famiglie.

Inoltre, «il gesto di Confartigianato – spiega il presidente Giorgio Guerrini – nasce dai valori su cui si fonda la nostra confederazione, quelli della persona e della famiglia, valori fortemente intrecciati e convergenti con quelli che stanno alla base di Family 2012. Per questo abbiamo contribuito con alcuni oggetti che esprimessero l’essenza dell’esperienza artigiana: un saper fare ricco di senso e di creatività».

Le pissidi e i calici, a conclusione dell’Incontro, saranno donati alle parrocchie della diocesi di Milano e ai suoi missionari nel mondo intero. I pezzi artistici, invece, andranno a costituire una collezione itinerante.

18 maggio 2012

Potrebbe piacerti anche