Finale di Coppa Italia, alle 18 del 26 maggio

Ufficiale la decisione, condivisa da tutte le parti in causa per ragioni di ordine pubblico. Alemanno: «Deve esserci lo sforzo di tutti per rendere questo evento un grande festa dello sport a Roma» di F. Cif.

Prefetto, Lega Calcio, Rai, Coni, Roma e Lazio. Alla fine, sono stati tutti d’accordo: la finale di Coppa Italia tra Roma e Lazio si giocherà nel tardo pomeriggio di domenica 26 maggio con inizio alle 18. La riunione, nella sala del presidente del Coni Giovanni Malagò, ha avuto come protagonisti, insieme al prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, il presidente della Lega Maurizio Beretta col direttore generale Marco Brunelli, Antonio Tempestilli, responsabile organizzativo della Roma, e Claudio Lotito, presidente della Lazio, e il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi.

Condivisa da tutte le parti in causa la scelta di anticipare l’orario della partita, per «esigenze di ordine pubblico. Concorde anche il sindaco Gianni Alemanno: «Era l’unica scelta possibile per contemperare le esigenze fra tifoserie, diritti televisivi e ordine pubblico. Sarà una giornata particolare anche per la concomitanza con le elezioni comunali: per questo deve esserci lo sforzo di tutti, delle istituzioni, delle squadre e delle tifoserie, per rendere questo evento un grande festa dello sport a Roma». Fin da subito, ricorda Alemanno, Roma Capitale ha rifiutato qualsiasi ipotesi di spostamento della sede dell’incontro o altre iniziative di carattere repressivo «perché sarebbero state soluzioni inaccettabili e punitive sia per la città che per i tifosi». A questo «grande atto di responsabilità e di fiducia – conclude – sappiano rispondere positivamente il mondo dello sport e del tifo calcistico».

30 aprile 2013

Potrebbe piacerti anche