Francesco scrive alla “Cattolica” e annuncia una visita al Gemelli

In un messaggio nella 90ma Giornata della Cattolica, il Papa ha auspicato che «l’ateneo continui ad essere testimonianza viva ed efficace dell’impegno della Chiesa verso le nuove generazioni» di R. S.

Papa Francesco ha espresso apprezzamento e incoraggiamento nei confronti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in un messaggio a firma del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, indirizzato al presidente dell’Istituto Toniolo di Studi Superiori, il cardinale Angelo Scola. L’Istituto è ente fondatore e promotore dell’Ateneo che conta, oggi, quasi 40mila studenti e 4mila docenti nelle sue cinque sedi tra Milano, Roma, Brescia, Campobasso e Piacenza-Cremona. L’occasione è stata la 90ma Giornata per l’Università Cattolica Sacro Cuore che ricorreva ieri, 5 maggio.

Nel messaggio si ricorda l’attenzione da sempre riservata dalla Chiesa alle domande di senso, di verità e di piena realizzazione che vengono dai giovani a cui le Università cattoliche intendono dare una risposta qualificata. In particolare, si legge, l’Università del Sacro Cuore ha saputo farsi interprete «delle istanze più alte della formazione accademica, coniugando rigore scientifico e fedeltà all’insegnamento della Chiesa». Un risultato raggiunto «anche grazie al capillare coinvolgimento della comunità ecclesiale che si è espresso soprattutto con la celebrazione della Giornata Nazionale per l’Università Cattolica» che quest’anno ha per tema: «Con i giovani, protagonisti del futuro».

Al «più vivo apprezzamento» per i risultati raggiunti Papa Francesco unisce «il più sentito incoraggiamento» affinché l’Ateneo «possa continuare ad essere testimonianza viva ed efficace dell’impegno della Chiesa verso le nuove generazioni». Una missione, quella delle istituzioni educative cattoliche, interpellata oggi «da rapidi e rilevanti mutamenti culturali». Di recente a questo proposito Papa Francesco aveva detto: «I profondi cambiamenti che hanno portato al diffondersi sempre più vasto di società multi culturali domandano a quanti operano nel settore scolastico e universitario di coinvolgersi in itinerari educativi di confronto e di dialogo, con una fedeltà coraggiosa e innovativa che sappia far incontrare l’identità cattolica con le diverse “anime” della società multiculturale».

«Di fronte a scenari non privi di rischi e incertezze, anche per il mondo giovanile», il Papa «esorta tutti a collaborare per la crescita e il rafforzamento dell’Università del Sacro Cuore, nel cui seno sono nate realtà di primaria importanza per il bene comune, come il Policlinico “A. Gemelli” della Facoltà di Medicina e Chirurgia». Da cinquant’anni questa struttura, si legge nel messaggio, «offre ai malati un’assistenza di altissimo livello scientifico incentrata sulla dignità della persona umana». E proprio in occasione del giubileo, Papa Francesco annuncia di accogliere volentieri l’invito a visitare il “Gemelli” e ad «incontrare i malati e il personale», mentre affida alla protezione della Madre di Dio Sedes Sapientiae tutte le componenti dell’Università e dell’Istituto Toniolo.

5 maggio 2014

Potrebbe piacerti anche