I clochard della stazione a pranzo al ristorante

Il Dopolavoro ferroviario e Binario 95 organizzano questo evento. Per tutti i senza dimora, che gravitano nella zona di Termini, anche uno zainetto, un panettone e un libro umoristico da Redattore Sociale

Arancini con mozzarella filante, pasta al forno al ragù, straccetti pachino e rucola, patate al forno, tiramisù. E bevande a volontà, ma rigorosamente analcoliche. È questo il menù che il Dopolavoro ferroviario di Roma e l’associazione Binario 95 hanno pensato per il pranzo di Natale dedicato ai senza dimora che gravitano intorno alla stazione Termini. Circa cento persone, che quest’anno potranno godere di una giornata del tutto particolare, mangiando in uno dei ristoranti più in dell’Esquilino, il “Convoglia”, situato proprio a ridosso della principale stazione ferroviaria di Roma.

«Come Dopolavoro organizziamo tutti gli anni la cosiddetta ‘cena degli ultimi’, rivolta cioè alle persone che si trovano nel gradino più basso della scala sociale. Lo facciamo per cercare di dare loro sollievo almeno per un giorno con un pasto decente, in un posto riscaldato – spiega Mario Narducci, consigliere responsabile del settore Cultura per il Dopolavoro ferroviario di Roma – . Lo scorso anno la nostra iniziativa era dedicata ai rifugiati politici, mentre quest’anno abbiamo pensato di portare al ristorante le persone senza tetto. Lo faremo al “Convoglia”, un locale chic che si trova a ridosso del binario 24 della stazione, perché vogliamo regalare una giornata piacevole a queste persone che non hanno niente». Nel menù, continua Narducci, sono «banditi gli alcolici, dal momento che l’alcolismo è un problema molto diffuso tra i clochard e la carne di maiale perché tra i convitati ci sono anche persone musulmane».

Oltre al pranzo i senza dimora riceveranno anche uno zainetto, un panettone e un libro umoristico “Aghi, macachi e marmotte, dizionario semiserio per viaggiare in treno” di Roberto Scanarotti. «La nostra idea è dare a queste persone qualcosa in più di un semplice pranzo – aggiunge Alessandro Radicchi, dell’associazione Binario 95 -. Vogliamo far passare loro bel momento in compagnia. Anche per questo abbiamo pensato di regalare un libro umoristico, in grado di allietare loro la giornata». Il pranzo si svolgerà mercoledì 23 dicembre. Dopo il pasto gli invitati assisteranno anche a un concerto della banda e del coro del Dopolavoro ferroviario.

23 dicembre 2009

Potrebbe piacerti anche