Il progetto “Easyway” tra i finalisti del Premio WWW

Anche l’applicazione realizzata con il supporto della Fish tra i finalisti del riconoscimento de Il Sole 24 ore. Il sistema, completamente gratuito, permette di consultare e inserire valutazioni sull’accessibilità di Agenzia Sir

Le pagine web di EasyWay

Lo scorso autunno la Fondazione Vodafone ha lanciato il progetto “EasyWay”, sviluppato con il supporto della Fish (Federazione italiana superamento handicap). Ora il progetto è stato selezionato tra i tre finalisti del “Premio WWW” de Il Sole 24 Ore. «Si tratta di un sistema, completamente gratuito, che sfrutta le potenzialità del web e consente di consultare, inserire e modificare valutazioni sull’accessibilità. Le informazioni presenti nel sistema – spiega la Fish – vengono inserite dalla comunità di utenti: ciascuno quindi può diventare protagonista ed attivarsi in prima persona per aumentare e migliorare il numero di informazioni disponibili».

Il progetto mette a disposizione di tutti un’applicazione per smartphone e un sito internet, due strumenti che consentono di esprimere una valutazione di accessibilità rispetto a uno o più punti di interesse (ristoranti, alberghi, servizi di trasporto, etc.) sia generale che specifica, con riferimento agli spazi della struttura (parcheggio, entrata, spazi interni) in relazione ad una o più tipologie di disabilità motoria scelte in base alle proprie competenze o esperienze (carrozzina elettronica, carrozzina manuale senza accompagnatore, carrozzina manuale con accompagnatore, difficoltà di deambulazione).

Per informazioni e per conoscere gli altri progetti in gara è possibile visitare il sito del Premio.

Potrebbe piacerti anche