Il “Treno dei bambini” porta 500 ragazzi da Francesco

L’arrivo in Vaticano previsto per il 31 maggio. A bordo 500 piccoli di 9 e 10 anni, romani e napoletani, a rischio dispersione scolastica. L’iniziativa, alla seconda edizione, è promossa dal Cortile dei Gentili di R. S.

Con il “Treno dei bambini” arriveranno in Vaticano sabato 31 maggio 500 piccoli di 9 e 10 anni provenienti da Napoli e dalla Capitale, a rischio abbandono e dispersione scolastica. A promuovere l’iniziativa, alla sua seconda edizione dopo quella del giugno scorso, è il “Cortile dei Gentili”, in collaborazione con Ferrovie dello Stato, ministero dell’Istruzione e Fondazione con il Sud.

Il treno, un Frecciargento messo di nuovo a disposizione dalle Fs, porterà i ragazzi direttamente in Vaticano. Dalle 9.30 visiteranno la basilica di San Pietro; alle 12.30 incontreranno il Papa e poi, grazie ad alcuni autobus di Busitalia (Fs), raggiungeranno il Colosseo. Con il ministero dell’Istruzione, spiega un comunicato del Cortile dei Gentili, «sono state individuate sei scuole di Napoli dei rioni Barra, Mercato, Miano e Scampia (più una rappresentanza del rione Sanità) e due di Roma dei quartieri Laurentino-Trigoria e Colle Prenestino dove è elevato il rischio di abbandono e dispersione scolastica».

Nei mesi scorsi si è svolto un programma “culturale” sulle catacombe di San Gennaro a Napoli e di Priscilla a Roma; una «pedagogia culturale», spiegano dal Cortile dei Gentili, per «trasmettere messaggi umani e spirituali forti, a bambini che purtroppo, a causa della posizione sociale e della giovane età, ne sono per la maggior parte totalmente ignari». E poi la musica come strumento di riscatto: insieme all’orchestra Sanitansamble del Rione Sanità, i bambini hanno previsto una sorpresa per Papa Francesco.

28 maggio 2014

Potrebbe piacerti anche