In arrivo 26 nuovi treni per i pendolari del Lazio

Attese in tutto 130 carrozze, per uno stanziamento fondi incrementato di 35 milioni di euro. Già consegnato il secondo, sulla tratta Roma – Velletri: assicurato il trasporto di mille passeggeri in più, di cui 700 seduti di R. S.

Si chiamano “Vivalto” i nuovi treni per i pendolari del Lazio che entro il 2014 completeranno la flotta regionale: 26 nuovi mezzi, come previsto dall’accordo sottoscritto tra Regione e Trenitalia, che l’amministratore delegato delle Ferrovie Mauro Moretti definisce «i più confortevoli d’Europa» tra i treni a due piani. Inaugurato ieri, mercoledì 29 gennaio, il secondo, destinato alla tratta Roma – Velletri: potrà trasportare circa mille passeggeri in più, di cui 700 seduti, assicurando maggiori confort e più sicurezza. Inoltre essendo costituito da carrozze facilmente smontabili e rimontabili, potrà assicurare disponibilità ai pendolari anche nelle fasce orarie in cui la richiesta è maggiore. E a bordo, una serie di servizi innovativi: dal monitor per diffondere informazioni alle telecamere a circuito chiuso, per una maggiore sicurezza; dalla zona attrezzata per i disabili all’area per il trasporto delle biciclette.

La cerimonia di consegna si è svolta al Binario 1 della Stazione Termini. A tagliare il nastro, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti e l’Ad di Ferrovie, Mauro Moretti. Intervenuti anche l’assessore regionale alla Mobilità Michele Civita e l’amministratore delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano. Il rilancio e il potenziamento del trasporto su ferro, ha sottolineato Civita, è «una priorità nel piano regionale per la mobilità», dato che è «il più sicuro e quello che può potenzialmente decongestionare le strade e portare un beneficio ambientale importante». Anche per Ferrovie l’investimento sulle tratte regionali è una scelta centrale: «Il trasporto dei pendolari – ha ribadito Moretti – è una delle attività più importanti che abbiamo. In questo caso 26 treni della flotta regionale Lazio rappresentano un investimento che si aggira sui 400 milioni di euro, da cui si capisce l’entità del lavoro che stiamo facendo».

In cifre, 26 nuovi treni corrispondono a 130 carrozze di cui 50 saranno destinate al servizio delle linee FL 4 (Roma Termini – Cíampino — Frascati – Albano Laziale – Velletri), FL 5 (Roma Termini-Civitavecchia) e FL 6 (Roma-Napoli via Cassino), 60 alle FL 2 (Roma-Tivoli), FL 7 (Roma Termini-Latina /Formia) e FL 8 (Roma Termini-Nettuno), quelle che presentano il materiale rotabile più datato, e 20 alle linee metropolitane FL 3 (Roma Ostiense —Cesano – Viterbo) e FL 1 (Fiumicino Aeroporto – Fara Sabina/Orte). Per il presidente Zingaretti, è il segno che «le cose nel Lazio cambiano, e cambiano per i pendolari e per il servizio della mobilità». In sei mesi, promette, «tutti avvertiranno la profondità di questo cambiamento. Stiamo rispettando il patto che avevamo stabilito con i cittadini del Lazio. Ascoltando le associazioni di pendolari e dialogando con Trenitalia offriremo a tutte e a tutti un servizio più efficiente, con più treni e negli orari giusti». Per questo, la Regione ha incrementato di 35 milioni di euro gli investimenti. «Garantiamo a Ferrovie che onoreremo questo impegno come Regione – chiosa Zingaretti – e questo permette di portare avanti il piano con grande determinazione» Annunciato anche il progetto di un servizio che si sta studiando con l’aeroporto di Fiumicino, che possa arrivare a Firenze e Bologna.

30 gennaio 2014

Potrebbe piacerti anche