- Archivio Storico RS - https://www.romasette.it/archivio -

La salute passa anche dal web

Otto canali tematici che spaziano dalla genetica all’andrologia, dalla psicologia alla patologia clinica, ostetricia, nutrizione, gastroenterologia e consulenza sulle potenzialità delle cellule staminali. È l’offerta del portale www.webmedicine.it, lanciato poco prima dell’estate, il primo in Italia a offrire consulenze specialistiche. Quando si parla di salute infatti, spiegano i responsabili del portale, a farla da padrone è la volontà di sapere di cosa si tratta, cosa sta succedendo, quali sono i sintomi e quali le possibili conseguenze. E internet è uno strumento sempre più utilizzato per reperire le informazioni, in una sorta di “fai da te” che però non esclude il contatto diretto con lo specialista, anzi, tutt’altro. «Il rapporto medico-paziente non viene superato da internet – chiarisce l’ideatore di Webmedicine.it, Stefano Davanzo -. Anzi, nonostante in rete abbondi ogni genere di informazione sanitaria, il rapporto diretto conserva una grande importanza nel definire il percorso clinico».

La conferma riguardo all’esigenza di “capire” davanti ai problemi di salute arriva anche dal Forum per la ricerca biomedica del Censis: è una tendenza che accomuna 3 italiani su 4. «Questa sete di informazioni – prosegue Davanzo – è confermata dall’uso che viene fatto dello strumento internet». Un’indagine Istat del 2012 dice che la circa la metà degli utenti di internet (oltre il 45%) ha usato la rete per cercare informazioni sanitarie; solamente cinque anni fa, il rapporto era di un utente su tre. «È il segnale dei cambiamenti che la rete sta introducendo nella nostra vita quotidiana, anche davanti ad un tema molto sensibile quale è quello della salute», prosegue il fondatore di Webmedicine.it. «L’informazione medico scientifica si è ampliata ma non ha soppiantato il tradizionale rapporto medico-paziente: un rapporto diretto che si concretizza nella tradizionale visita in studio, oppure, utilizzando le moderne tecnologie, direttamente da casa con l’ausilio di un pc o un tablet». Webmedicine.it, sottolinea Davanzo, «è il primo portale italiano che offre consulenze specialistiche, dirette e riservate, come se ci si trovasse nello studio del medico, solamente però con la comodità di farlo da casa propria, negli orari più consoni». Prendendo appuntamento con un click e confrontandosi a tu per tu con lo specialista via webcam, oppure sottoponendogli i propri esami da caricare in una sezione apposita e riservata.

Per richiedere una consulenza è sufficiente registrarsi sul portale, indicare l’area di interesse e lo specialista, infine scegliere data e orario dell’appuntamento. Il contatto avviene su una piattaforma riservata, gestita secondo stringenti criteri di rispetto della privacy.

16 settembre 2013