Nuova giunta per Roma Capitale

La nuova veste del Campidoglio: due new entry rosa nella macchina comunale. Sveva Belviso nominata vicesindaco. Invariati gli incarichi dei precedenti assessori, che sono stati tutti riconfermati di Nicolò Maria Iannello

Presentata ieri (martedì 19 luglio) nella sede del Pdl dal sindaco Gianni Alemanno la nuova giunta comunale. Dopo la decisione presa nei giorni scorsi del Tar del Lazio di annullare la squadra del primo cittadino della Capitale per lo scarso numero di donne presenti, è questa la nuova veste della macchina capitolina. La novità principale è che la nomina di vicesindaco è ricaduta su una donna, Sveva Belviso, che prende il posto di Mauro Cutrufo, adesso nominato responsabile degli Enti Locali con delega a Roma Capitale per il Pdl.

Un’altra donna è entrata a far parte della squadra di governo della città, il neo assessore Rossella Sensi, delegata alla Comunicazione, alla Promozione della candidatura olimpica di Roma Capitale, alla Promozione e coordinamento dei grandi eventi, al Coordinamento del piano strategico di sviluppo, al Progetto Millennium, alla Costituzione dell’Agenzia per lo sviluppo territoriale e alla moda.

Al sindaco spetteranno le competenze sulle Riforme per Roma Capitale e sul Turismo, quest’ultimo incarico affidato al consigliere comunale Antonio Gazzellone.

Per il resto, la giunta rimane invariata. Tutti gli assessori sono stati rinominati. Così, Sveva Belviso, oltre ad essere vicesindaco, è l’attuale assessore alle Politiche sociali e promozione della salute; [Gianluigi De Palo, confermato alle Politiche di promozione della famiglia, dell’infanzia e della scuola; [Carmine Lamanda mantiene l’incarico al Bilancio, Alfredo Antoniozzi alle Politiche del patrimonio e della casa. Alle politiche della mobilità rinominato Antonello Aurigemma. Di Politiche culturali si occuperà ancora Dino Gasperini. Confermati Enrico Cavallari alle Politiche delle risorse umane e servizi tecnologici e Fabrizio Ghera alle Politiche dei lavori pubblici e periferie. E infine Marco Corsini, alle Politiche della programmazione e pianificazione del territorio.

20 luglio 2011

Potrebbe piacerti anche