Oratorio estivo, quest’anno “Ce n’è per tutti”

Presentata la proposta diocesana per l’estate 2014. Don Maurizio Mirilli: «I bambini e i ragazzi verranno guidati ad approfondire il tema della solidarietà e della salvaguardia del creato» di Micaela Castro

Valorosi cavalieri, un terribile e crudele drago, una valle governata da un re distratto, un prezioso Libro dei Libri hanno affollato ieri, domenica 4 maggio, il teatro della parrocchia di Santa Francesca Romana all’Ardeatino dove quasi 150 animatori hanno partecipato alla consueta festa per la presentazione del sussidio diocesano per l’oratorio estivo “Ce n’è per tutti” organizzata dal Servizio diocesano per la pastorale giovanile guidato da don Maurizio Mirilli.

Nella proposta per l’estate in città dei più piccoli «i nostri bambini e ragazzi verranno guidati ad approfondire il tema della solidarietà e della salvaguardia del creato – ha sottolineato don Mirilli nel suo intervento di apertura – che alla luce del Vangelo diventano valori per combattere lo spreco dei beni e lo “scarto” dei più deboli».

Il pomeriggio di festa e di laboratori a tema hanno fornito ai giovani animatori provenienti da una quindicina di parrocchie tutti gli strumenti per affrontare questa nuova sfida dell’estate 2014. Alcune parrocchie realizzeranno questa attività per la prima volta a partire dalla prossima metà di giugno, come quelle di S. Croce in Gerusalemme e di San Bruno alla Pisana che, coinvolgendo un gruppo di adolescenti si sperimenteranno nell’intrattenere i bambini ormai liberi dagli impegni scolastici. «È una vera sfida partire con alcune settimane di oratorio estivo – sottolinea Ilaria, della parrocchia di Santa Croce, responsabile dell’oratorio e catechista missionaria del Cor – alla fine del vero primo anno di attività, ma so per esperienza che può essere una straordinaria occasione per coinvolgere giovani che non sanno esattamente come indirizzare il loro servizio e per fargli sperimentare la bellezza dell’annuncio gioioso ai più piccoli».

La formazione per gli animatori continuerà anche nelle prossime settimane come annunciato sul sito www.oresroma.org e già molte parrocchie si stanno attrezzando per prepararsi al meglio. «I nostri giovani partecipano attivamente alle iniziative lanciate dal Servizio diocesano per la pastorale giovanile nell’ambito della formazione – precisa Enrico, coordinatore dell’oratorio di S. Bruno – e anche in parrocchia abbiamo invitato alcuni animatori del Cor perché ci aiutino a realizzare un progetto adatto alla nostra realtà visto che siamo alla prima esperienza. Una vera sfida: vogliamo far vivere ai nostri bambini alcune settimane straordinarie».

5 maggio 2014

Potrebbe piacerti anche