“Tv2000”, la “spina dorsale” dell’informazione

Stefano De Martis, condirettore dell’ex Sat2000, protagonista dell’incontro diocesano per gli animatori della comunicazione e della cultura di Graziella Melina

«La nostra non è una televisione confessionale», ma «una tv di ispirazione cattolica che vuole parlare a tutti». Lo ha premesso subito, Stefano De Martis, condirettore responsabile di Tv2000, rivolgendosi agli animatori della comunicazione e della cultura delle parrocchie romane che sabato 17 ottobre si sono ritrovati al Palazzo Lateranense per partecipare all’incontro “Da Sat2000 a Tv2000: la sfida del digitale”. L’appuntamento, che si inserisce nel progetto Portaparola, è stato promosso dall’associazione Diocesi in rete con l’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali in vista della Giornata di sostegno ad Avvenire, fissata per domenica 8 novembre.

«Il nostro obiettivo – ha specificato De Martis presentando il palinsesto – è quello di fare televisione e allo stesso tempo contribuire alla formazione del senso critico dei telespettatori». La cui platea, d’ora in poi, potrà essere molto più vasta. L’emittente, nata 11 anni fa sul satellite, è infatti da poco approdata sul digitale terrestre. E per l’occasione ha cambiato logo: da Sat2000 a Tv2000.

«Con questa nuova tecnologia – ha proseguito De Martis – ci avviamo verso un processo che permetterà di entrare in maniera diretta nelle case degli italiani e potrà essere valutata alla pari degli altri mezzi di comunicazione». Ma con una differenza. In un panorama di televisioni “generaliste” «con un clima d’arena – come ha rimarcato Angelo Zema, direttore della testata online Romasette.it e coordinatore di Roma Sette, supplemento domenicale di Avvenire – Tv2000 non teme di essere fuori dal coro».

Filone portante di “Tv2000” è da sempre quello dell’informazione, guidata per tanti anni da Dino Boffo, al quale è stata rinnovata la solidarietà e la gratitudine da parte di De Martis, di Zema e anche di tutti i partecipanti. L’attenzione alle news parte dalle 8 con la rassegna stampa, e poi con un primo notiziario alle 12. A seguire, un’altra edizione alle 16 e poi quella principale delle 19.40, «improntata ad una maggiore apertura al mondo». «Vogliamo dare un’attenzione costante alla vita della società civile – ha spiegato De Martis –. Nei nostri telegiornali non trovate pastoni politici. Noi siamo molto presenti sull’attività parlamentare». La “spina dorsale dell’informazione” si conclude alle 21 con “Tgtg”, un programma che mette a confronto i notiziari andati in onda sulle altre reti.

Tra i tanti appuntamenti settimanali presenti nel palinsesto, spicca poi il filone legato all’informazione religiosa e alla vita della Chiesa. Numerose le trasmissioni che approfondiscono temi e notizie che riguardano le attività del Papa e della Chiesa, a cominciare dalle dirette delle celebrazioni e delle udienze pontificie. Quanto alle rubriche, da segnalare “Mosaico”, che va in onda dal lunedì al venerdì alle 17.30 e che il martedì cambia nome (“MosaiKo”) e si rivolge direttamente ai giovani, con temi e problematiche che li riguardano. Da quest’anno, novità assoluta, il Rosario in onda alle 18.00 da Lourdes.

Grande attenzione inoltre alla cultura, con rubriche settimanali dedicate al teatro (“Retroscena”, in onda lunedì alle 23:35 e giovedì alle 18:05), al cinema (“Effetto notte”, martedì alle 20.15, analizza i film in uscita con l’aiuto di attori, registi, giornalisti e giovani appassionati di cinema) e ai libri (“La compagnia del libro”, mercoledì alle 20.15, propone interviste a scrittori noti ed emergenti, recensioni, novità nel panorama letterario).

«Con Pupi Avati – ha raccontato poi De Martis – abbiamo realizzato un viaggio per i sentieri mariani e un altro attraverso i luoghi della letteratura, che andranno in onda prossimamente. E ancora, un itinerario sulle rievocazioni storiche che coinvolgono intere comunità». Le schede di tutti i programmi e i materiali d’archivio sono disponibili sul sito www.tv2000.it, dal quale è anche possibile seguire la tv in diretta streaming.

19 ottobre 2009

Potrebbe piacerti anche