Una fascia di sicurezza per il Colosseo

A breve l’istituzione di una “zona rossa” intorno all’Anfiteatro Flavio per tutelare visitatori e passanti dal richio di cadute di frammenti: saranno installati colonnotti in ghisa tra i 15 e i 6 metri dal monumento di F. Cif.

Prima la caduta di un frammento di tufo, nel dicembre 2011. Poi le nevicate e le gelate del febbraio 2012. Infine a settembre l’allarme per la caduta di laterizi e l’annuncio di una “zona rossa” per tutelare il monumento simbolo di Roma Capitale: il Colosseo. Ora l’annuncio diventa realtà: l’Anfiteatro Flavio verrà circondato da una fascia di sicurezza per evitare che l’eventuale caduta di frammenti possa diventare pericolosa per visitatori e turisti. Lo ha detto ieri, martedì 27 novembre, il direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Lazio Federica Galloni, durante la presentazione del Piano del decoro del centro storico.

«Saranno installati colonnotti di ghisa – ha spiegato Galloni – che circonderanno l’intero anfiteatro, a una distanza variabile compresa tra i 15 e i 6 metri dal monumento stesso», che sarà quindi protetto da una fascia «invalicabile». L’obiettivo: «Garantire la pubblica incolumità», ha sottolineato il direttore regionale per i Beni culturali. Come ufficio pubblico, le ha fatto eco Maria Rosaria Barbera, soprintendente speciale per i Beni archeologici di Roma, «abbiamo il dovere di intervenire, per ragioni di sicurezza, appena si manifesta un problema». L’estetica delle barriere, comunque, sarà in linea con il decoro dell’area, pur garantendo una protezione dal pericolo dei crolli.

Nessuna cancellata, dunque, né altri elementi contrari all’estetica del monumento, al quale si continuerà ad accedere attraverso l’ingresso con i tornelli, anche se non è ancora chiaro se ci saranno tettoie anticalcinacci a proteggere l’entrata e l’uscita dei visitatori. Si tratta comunque, precisano dalla soprintendenza, di un’opera di prevenzione: nonostante le reiterate cadute di piccoli frammenti dalle arcate più alte del monumento, sullo stato di saluto del Colosseo non esistono allarmi.

28 novembre 2012

Potrebbe piacerti anche