Vincenziani, una serata a sostegno per le cure dentistiche ai poveri

Uno spettacolo di musica e fiabe, in programma all’auditorium Due Pini della parrocchia di Santa Chiara, finanzierà il centro odontoiatrico Padre Giuseppe Menichelli di Giulia Rocchi

Uno spettacolo per sostenere il Centro odontoiatrico Padre Giuseppe Menichelli di via Virginio Orsini 1, che offre cure dentistiche gratuite ai bisognosi. «Il mondo è una favola» è il titolo della serata – che propone una commistione tra musica e fiabe con canti italiani, francesi, greci, spagnoli, sudamericani, a cura di Enzo Samaratini – ed è in programma all’Auditorium Due Pini della parrocchia di Santa Chiara (via Zandonai 2, angolo piazza Giochi Delfici) mercoledì 14 maggio alle 20.

Partecipando si contribuirà a finanziare le attività del Centro odontoiatrico per indigenti promosso dai Gruppi di volontariato vincenziano: qui tutti gli odontoiatri, odontotecnici, igienisti, ferristi, assistenti alla poltrona e segretari sono volontari. «Povertà non è solo mancanza di denaro – spiega la presidente Laura Ugolini – ma anche di salute, lavoro. Per questo i Gruppi di volontariato vincenziano inventano nuove risposte alla sofferenza, adattando mezzi e metodi di assistenza all’evolversi dei tempi e della società».

Il motto del Centro odontoiatrico, che opera dal 1995, è infatti «Denti sani per tutti!». Finora sono state curate più di 1.500 persone. «Scopo del Centro – sostiene Ugolini – non è solo quello di curare, ma anche di responsabilizzare i pazienti dell’importanza di avere cura del cavo orale, visto come espressione dell’essere umano di riacquistare la propria dignità umana».

I Gruppi di volontariato vincenziano sono stati fondati da san Vincenzo de’ Paoli nel 1617; fondamentale è, come sottolinea il nome stesso dell’associazione, l’apporto dei singoli volontari. Pertanto ne è indispensabile la «formazione continua – osserva ancora la presidente del Centro intitolato a padre Menichelli – che avviene attraverso corsi, convegni e congressi che propongono a ciascuno una costante verifica psirituale e un aggiornamento culturale e tecnico con professionisti competenti».

12 maggio 2013

Potrebbe piacerti anche