navigazione Categoria

Dal mondo

Il ritorno di Charlie Hebdo

Non si può rinunciare alla libertà di pensiero, specie se  posta in pericolo, o addirittura presa di mira, da ciechi invasati, col paraocchi e un kalashnikov. Eppure c’è quel sottotitolo che dà da pensare: “Journal irresponsable”. Si può essere, oggi, irresponsabili?

Le vittime nigeriane figlie di un dio minore?

L’obiettivo degli estremisti di Boko Haram è destabilizzare l’intera nazione, strumentalizzando la religione per fini eversivi. Per fermarli occorre una leadership politica in grado di interagire positivamente con i Paesi limitrofi e l’Unione africana. Ma il presidente Goodluck Jonathan appare poco credibile

Attacco a Parigi, la condanna del Papa

Dopo l’attentato contro la redazione del giornale Charlie Hebdo, Francesco esorta ad «opporsi con ogni mezzo al diffondersi dell’odio e di ogni forma di violenza, fisica e morale». Reazioni dalla comunità internazionale. Un minuto di silenzio a Bruxelles