Buoni spesa Covid-19, domanda prorogata al 6 luglio

Il provvedimento del Campidoglio riguarda le famiglie con Isee non superiore a 8mila euro. Contributo per l’acquisto dei generi di prima necessità

Prorogato al 6 luglio 2021 il termine per presentare le domande per la richiesta del contributo economico finalizzato all’acquisto dei generi di prima necessità (alimentari di base, salute e cura della persona, pulizia della casa, prodotti per neonati) per persone o nuclei familiari che versano in situazioni di difficoltà, anche a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19. La decisione del Campidoglio interessa i nuclei familiari che non hanno già presentato la domanda presso i Centri di Assistenza Fiscale convenzionati con Roma Capitale entro il termine precedente, fissato al 15 giugno scorso.

Per l’accesso al contributo è necessario disporre di un ISEE ordinario o corrente (quello più favorevole) non superiore a 8mila euro, essere residenti a Roma e avere la cittadinanza italiana o dell’Unione Europea, o cittadinanza di Paesi terzi con permesso di soggiorno valido. Il contributo varia da un minimo di 200 a un massimo di 600 euro in base ai componenti del nucleo familiare ed è accreditato in un’unica soluzione su una carta elettronica prepagata (Postepay Card) che viene recapitata a casa. Per ogni nucleo familiare può essere presentata una sola domanda. «I buoni spesa – precisa una nota – saranno erogati fino ad esaurimento dei fondi disponibili. Sul portale di Roma Capitale è disponibile l’elenco dei CAf convenzionati con Roma Capitale».

23 giugno 2021