Col maltempo nel 2022 oltre 6 miliardi di danni nelle campagne

Il bilancio di Coldiretti sui 30 eventi estremi registrati nell’ultimo fine settimana. «Intere aziende finite sott’acqua. Colpiti tessuto produttivo e infrastrutture, strade e canali»

Da Coldiretti arriva un primo bilancio dell’ondata di maltempo che nello scorso fine settimana ha fatto registrare 30 eventi estremi, portando a oltre 6 miliardi il conto delle perdite subite dalle campagne italiani nel corso del 2022. «Le violente precipitazioni che a macchia di leopardo si sono abbattute sulla Penisola hanno colpito duramente le campagne con intere aziende finite sott’acqua con campi coltivati allagati, piante divelte, serre distrutte, coltivazioni danneggiate e magazzini allagati», riferiscono dall’associazione.

L’analisi entra nel dettaglio. «Terreni sommersi e danni dalla Sicilia alla Calabria, dal Lazio alla Puglia, dove le bombe d’acqua e le tempeste di vento oltre ad aver allagato le campagne hanno trascinato via le piantine di ortaggi, verdure e patate – sottolineano da Coldiretti -. Mentre in Calabria, a Isola Capo Rizzuto, una tromba d’aria ha provocato danni alle aziende agricole». Le piogge torrenziali, evidenziano ancora, hanno colpito nelle aree rurali «l’intero tessuto produttivo e le infrastrutture, con strade rurali inagibili e canali esondati». Dall’associazione non hanno dubbi: «Siamo di fronte alle evidenti conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Italia, dove l’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense e il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi che compromettono le coltivazioni nei campi con perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne».

5 dicembre 2022