Consiglio dei cardinali, continua il lavoro sulla riforma della curia

Padre Lombardi ha aggiornato sull’ultima riunione del C9. Tra i temi, il vademecum per le diocesi sulla riforma del processo di nullità matrimoniale

Il portavoce vaticano padre Lombardi ha aggiornato sull’ultima riunione del C9. Tra i temi, il vademecum in distribuzione alle diocesi sulla riforma del processo di nullità matrimoniale

Conclusa questa mattina, martedì 9 febbraio, l’ultima riunione del C9, il consiglio di cardinali voluto da Francesco per affiancarlo nel processo di riforma della curia. Una sessione breve, di un giorno e mezzo, durante la quale «è stata data un’informazione sugli elementi che il Tribunale della Rota Romana sta inviando alle diocesi per assisterle nell’attuazione della riforma sul processo di nullità matrimoniale». A riferirlo ai giornalisti nel briefing quotidiano è il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa della Santa Sede. «Il vademecum – ha proseguito – è in via di distribuzione, e i cardinali ne sono stati informati». Come «d’abitudine», ha aggiunto poi, il Papa «è stato sempre presente a tutte le riunioni».

I nove cardinali che affiancano Francesco nell’opera di riforma della curia hanno proceduto alla lettura conclusiva delle proposte di riforma dei due dicasteri che raggruppano laici-famiglia-vita e giustizia-pace-migrazioni, ha reso noto padre Lombardi. «Le proposizioni finali sono state consegnate al Papa». Ancora, parte della riunione è stata dedicata anche al discorso pronunciato dal pontefice il 17 ottobre scorso, per il 50° anniversario dell’istituzione del Sinodo dei vescovi. «Nel precedente incontro – ha ricordato Lombardi – i cardinali del C9 avevano ritenuto importante quel discorso, che sviluppava ampiamente il tema della sinodalità e la necessità di procedere a una salutare decentralizzazione». Tutti temi, questi, che acquistano «centralità e rilievo anche per la riforma della curia». Di qui la decisione del C9 di dedicare una sessione dei lavori di questi giorni «all’approfondimento» del discorso citato, partendo dalla «convinzione che si tratta di uno dei documenti di riferimento da tener presente».

All’ordine del giorno anche «una lettura non ultimativa su altri due dicasteri vaticani: il dicastero della Segreteria di Stato e quello del Culto Divino», ha informato il portavoce vaticano, precisando che «si è trattato di un giro di opinioni, di considerazioni e di proposte di eventuali miglioramenti». Si tratta, ha aggiunto, di «un work in progress: riflessioni ancora in corso». Ha informato invece i cardinali del C9 sulla «riflessione comune» sulla tutela dei minori portata avanti dalla Pontificia Commissione il cardinale O’Malley. «Gli aspetti giuridico-disciplinari – ha chiarito il portavoce vaticano – sono allo studio da parte di esperti giuridici». Il cardinale Pell invece ha informato il C9 sullo stato di attuazione della riforma in campo economico e «ha aggiornato i cardinali – le parole di Lombardi – sul lavoro che sta portando avanti con continuità la Segreteria per l’economia».

9 febbraio 2016